Aforismi sulla letteratura

1.

La vita non è giusta, né sempre bella, tuttavia rimane inequivocabilmente preferibile alla morte. Ce ne accorgiamo quando alla fine di un romanzo qualcuno è morto, qualcuno continua a vivere. Di solito non muore il cattivo, ma il buono. La vita non è giusta. Quasi mai, nemmeno nella letteratura.

2.

La letteratura non si può praticare che per passione, non cercate altra ragione alla lettura, allo studio, alla frequentazione con romanzi, poesie, teatro. L’unica ragione è nell’atto stesso di mettere la propria anima in relazione con altre infinite anime, in tutto il tempo della storia, di tutte le storie del mondo.

3.

C’è più vita e verità in un solo verso di Giacomo Leopardi di quanta ce ne sia in migliaia di trattati filosofici e antropologici sulla vita e sulla verità.

4.

Vorrei anche io semplicemente apprendere dal teatro come si debba affrontare la vita, giorno dopo giorno, gettando via tutto l’inutile, e lasciando in scena solo le battute che contano, quelle che hanno veramente senso, quelle che rimangono e vengono citate aforisticamente.

Angelo Fàvaro

1 – continua