Buone vacanze estive

Buone vacanze estive

Alle soglie di agosto www.i-libri.com chiude i battenti.

Nel corso del mese di agosto sospenderemo la programmazione quotidiana di articoli, che riprenderà nel prossimo mese di settembre.

Auguriamo ai lettori, ai redattori, agli amici e ai nostri follower di trascorrere felici vacanze con l’ottima compagnia di romanzi e poesie.

A presto!

(foto di cover: lago di Tovel)

La redazione

—————————————————————————

Il lago di Tovel è uno splendido lago alpino che si trova in Val di Non. Il suo secondo nome è Lago Rosso per la particolare e insolita colorazione (così fino al 1964), che l’ha reso oggetto di studio. Le sue acque infatti,durante i mesi estivi, si tingevano di un colore rossastro per la presenza di un’alga, la Tovellia sanguine.

Dal 1964 questa circostanza non si verifica più, ma il lago di Tovel resta uno dei laghi più frequentati e apprezzati del Trentino, un luogo ideale per rilassarsi in riva all’acqua, godere dello splendido panorama delle Dolomiti di Brenta e intraprendere passeggiate ed escursioni tra boschi e montagne nel Parco Naturale Adamello.

lago-rosso

Per spiegare il fenomeno della colorazione, è nata la leggenda della principessa Tresenga, la figlia dell’ultimo re di Ragoli, chiesta in sposa da molti pretendenti che però la bella Tresenga insisteva a rifiutare. Uno di questi pretendenti, Lavinto re di Tuenno, non voleva rassegnarsi e, dopo essere stato respinto per l’ennesima volta, mandò il suo esercito contro Ragoli. La principessa e il suo popolo non si sottomisero all’arroganza del re Lavinto e, nonostante fossero inferiori di numero, risposero all’attacco. La leggenda del lago di Tovel vuole che la battaglia si sia combattuta sulle rive del lago e che la principessa Tresenga sia stata trafitta da un colpo di spada proprio dallo stesso Lavinto. Il popolo di Ragoli venne sterminato sulle rive del lago e il sangue dei morti in battaglia tinse il lago.