Cantanti scrittori

Cantanti scrittori

Nella settimana dominata dal festival di Sanremo dedicheremo i nostri articoli a opere scritte dai cantanti, chiedendoci se la numerosità delle pubblicazioni di questo tipo sia dovuta al desiderio dei cantanti di cimentarsi in un’arte (quella letteraria) contigua a quella di appartenenza (la musica) o a un’editoria propensa ad affidarsi a nomi noti che garantiscano un numero minimo di vendite piuttosto che a opere di qualità.

Ed ecco una rassegna di opere scritte da cantanti che si esibiranno sul palco più celebre della canzone italiana.

Fuori luogo di Mr. Rain – Il percorso di un artista che ha rifiutato il mondo dei talent e che da sempre segue la sua strada.Dagli inizi davanti al computer della sua stanza – tra tutorial e video su YouTube – passando per la conquista del Disco d’oro, fino ai live da tutto esaurito… Il percorso di un artista che ha rifiutato il mondo dei talent e che da sempre segue la sua strada, anche se questo significa camminare sull’orlo del precipizio e imparare a convivere con le vertigini.

Limbo. Pensieri inversi - Gazzelle - copertina

Limbo. Pensieri inversi di Gazzelle – Con Limbo, Flavio Pardini, in arte Gazzelle, ci porta nel suo mondo fatto di immagini semplici e suggestive, figlio di un quotidiano personale e intimo, di incontri casuali, ricordi appannati e sbalzi insonni.
Ecco,
ora capisci,
o almeno lo spero,
quello che ho in testa.
La sua poesia senza filtri – a tratti paradossale e minimale – appare come un flusso di coscienza frammentato e mostra una sfaccettatura naïf e totalmente inedita per un cantautore che in pochissimi anni si è fatto apprezzare dal grande pubblico. Un libro che è un percorso poetico atemporale e senza compromessi, dove luce e ombra vivono a braccetto e fanno da sfondo a rincorse amorose e dolcissime maledizioni.

Quello che le donne dicono. La musica è una cosa da ragazze - Fiorella Mannoia,Roberta Marasco - copertina

Quello che le donne dicono. La musica è una cosa da ragazze di Fiorella Mannoia,  «Una donna che lotta per se stessa lotta per tutte le donne»Beyonce, Patti Smith, Janis Joplin, Lady Gaga, Bjork, Loredana Berte, Maria Callas Rihanna, Aretha Franklin, Tori Amos, Billie Holiday, Miriam Makeba, Ariana Grande, Tina Turner, Sia, Madonna, Mercedes Sosa, Billie Eilish, Annie Lennox, Sonita Alizadeh, Cyndi Lauper, Calypso Rose, Taylor Swift, Patty Pravo, Elis Regina, Tracy Chapman, Nina Simone, Joan Baez, Edith Piaf, Carmen Miranda. Trenta voci di artiste che hanno fatto la differenza.

Il Volo. Quello che porto nel cuore

Il Volo. Quello che porto nel cuore di Il Volo – Il legame che i tre artisti hanno con il nostro paese e soprattutto con le loro terre d’origine, con le loro radici e le loro famiglie e tradizioni, resta fortissimo, ed è un conforto emotivo e sentimentale nei loro lunghissimi viaggi per il mondo. In questo libro Piero, Ignazio e Gianluca raccontano proprio quel legame indissolubile che caratterizza la loro espressione artistica e li elegge ambasciatori in tutto il mondo, non solo del bel canto, ma anche delle tradizioni italiane.

Ghettolimpo. Sui sentieri dell'anima

Ghettolimpo. Sui sentieri dell’anima di Mahmood – Quando ha concepito l’album “Ghettolimpo”, Mahmood ha scelto che ogni brano fosse associato a un personaggio, che ogni canzone avesse una forma a cui gli occhi potessero guardare, a partire da Inuyasha, chiaro tributo a Rumiko Takahashi. Il passo successivo è stato realizzare il racconto di tutte le canzoni dell’album proprio sotto forma di fumetto, in collaborazione con la crew di Shockdom, una delle case editrici più all’avanguardia in Italia, nonché editore della rivista “Manga Vibe”, dedicata esclusivamente al Manga italiano. Il volume, interamente curato da Mahmood, coinvolge quindi alcuni fra i migliori giovani fumettisti e sceneggiatori italiani offrendo un vero e proprio viaggio visivo nella sua anima.

A mani nude

A mani nude di Nek Filippo Neviani – In occasione del suo cinquantesimo compleanno, Filippo Neviani, Nek, partendo dall’incidente che lo ha colpito, si lascia andare a riflessioni aperte, sul dolore, la pazienza, il coraggio, l’amore, la fede. In A mani nude si racconta come mai ha fatto, con profondità, senza filtri e senza paura di ammettere debolezze e fragilità.
A volte, un solo momento può cambiare tutto. Basta una giornata di sole, la campagna che brilla, la voglia di dedicarsi a lavori di bricolage, lavorare al legno, a un vecchio carro che un tempo lontano era stato un calesse. L’incidente è improvviso. Il sangue, poi il dolore, la paura, lo shock. La corsa verso l’ospedale. La mano squarciata. La possibilità di non recuperarne l’uso. Ma che vuol dire perdere la funzionalità di una mano per un musicista? La stessa mano che ha sempre usato per suonare, comporre, creare? In occasione del suo cinquantesimo compleanno, Filippo Neviani, Nek, partendo dall’incidente che lo ha colpito, si lascia andare a riflessioni aperte, sul dolore, la pazienza, il coraggio…

Come mi viene. Vite di ferro e cartone

Come mi viene. Vite di ferro e cartone di Francesco Renga – Al centro delle storie che Renga viene raccontando c’è un uomo che si aggira raccogliendo oggetti, oggetti raccolti apparentemente senza motivo. Un mazzo di chiavi trovato in strada. Un aquilone. Una vecchia sveglia. L’uomo raccoglie quello che trova in una stanza illuminata dai raggi del sole che passano tra le assi malferme del tetto. Sono piccoli oggetti che assumono via via la forma di ali, ali che sono scampoli di vita delle persone che li hanno posseduti, usati, persi. Finestre aperte su altre esistenze. E finestre su altre esistenze o su segmenti diversi della vita dell’io narrante sono le storie che fanno corona a questo episodio. L’infanzia dolceamara della campagna, l’adolescenza che morde il freno, la vita adulta avvitata dolorosamente intorno alle fatiche della vita coniugale. Attraverso continui flashback, i singoli episodi vengono stabilendo la distanza fra il superstite che ora si guarda esistere e la forza del suo passato, fra la sua inadeguatezza e l’ansia di volare via.

Dentro è tutto acceso

Dentro è tutto acceso di Emma Marrone G. Parpiglia – Un prezioso regalo che la più amata artista musicale italiana fa con tutto il cuore al suo pubblico.Dentro è tutto acceso è il primo, attesissimo libro di Emma, che fino a oggi ha preferito raccontarsi unicamente attraverso la musica, con le sue canzoni. Emma – lo sano bene le sue fan – è una giovane donna schiva, umile e tenace, lontana dai capricci dello star system, con la testa ben piantata sul collo, forte di esperienze non sempre facili e felici che l’hanno maturata e resa migliore.
Nel suo primo libro Emma racconta ai lettori il suo mondo e lo fa come piace a lei, in modo personalissimo: una serie di parole chiave per altrettanti capitoli, un racconto dove la parola si alterna alle immagini con fotografie inedite e disegni.
Un prezioso regalo che la più amata artista musicale italiana fa con tutto il cuore al suo pubblico.