Cartoline di Moravia da Capri

“Anacapri, agosto 1951
Cara Elsa,
La sera è il momento in cui penso a te di più e così ogni volta che penso a te, mi dico che debbo scriverti le cose che penso. Poi invece al mattino queste cose sono sfumate  e non mi resta che il ricordo di un sentimento molto forte. Ad ogni modo sappi che sarò molto contento quando ci rivedremo.
Oggi sono stato alla Grotta Verde. Il tempo è bello. La famiglia Valli è al completo. Forse non tornerò mai più a Capri. Tuttavia Anacapri è sempre affascinante. Ti abbraccio
Alberto”

“Anacapri, agosto 1951
Cara Elsa,
Qui sono giorni che fa cattivo tempo e io me ne sto ad Anacapri che è il solo posto dell’isola che mi piace veramente. Ieri sera sono stato a cena da Greenlees insieme con Maria Valli e con gli Alicata. Lampeggiava tutto il tempo.
Il gattino chiamato Alberto è morto ucciso dal padre. Ho paura che sia un cattivo presagio…”

Quando verrai sarò quasi felice” (https://www.i-libri.com/libri/verrai-saro-quasi-felice-lettere-elsa-morante-1947-1983/), pagg. 48 e 51