Plurali difficili: -ce o -cie?

“Valigie” o “valige”? “Ciliegie” o “ciliege”? La regola generale, quella che si insegna nelle scuole, è questa: se la consonante “c” o “g” è preceduta da una vocale, avremo il plurale in “-cie” o “-gie”. Se, al contrario, la “c” o la “g” sono precedute da una consonante, il plurale sarà “-ce” o “-ge” (cfr.  […]

“Tra” o “Fra”?

Ho sempre usato indifferentemente le preposizioni “tra” e “fra”, ricercando solo una sorta di alternanza armonica ed evitando cacofonie. Oggi, però, mi è sorto un dubbio… Che esista una regola? Ho chiesto aiuto al Devoto-Oli… Alla voce “fra”, il vocabolario reca questa definizione: «Preposizione che specializza le determinazioni spazio-temporali e alcune sfumature modali allo stesso […]

L’accento grafico in italiano: guida all’uso corretto nelle parole comuni

Naturalmente, parliamo di accento “grafico”. Quello “tonico” è una questione di fonologia. Non riguarda, cioè, il modo di scrivere, ma individua la vocale della sillaba sulla quale occorre elevare il tono, e la sua funzione è di garantire un’esatta pronuncia. L’accento che viene segnato sulle parole, invece, si chiama accento grafico. La sua posizione coincide […]