Dieci biografie di vite straordinarie che possono ispirarci

Dieci biografie da leggere
Dieci biografie che ci immergono nelle vite straordinarie, offrendo visioni uniche di figure influenti e trasmettendo lezioni di vita e ispirazione.

Dieci biografie per ispirarci

Le vite straordinarie raccontate attraverso le parole: questo è il potere della biografia. Un genere letterario che ci permette di viaggiare attraverso il tempo e lo spazio, entrando nelle menti e nei cuori di alcune delle figure più influenti della storia. Da geni della scienza a icone della musica, da leader politici a pionieri dell’industria, le biografie ci offrono una finestra unica sulle esperienze umane che hanno plasmato il mondo in cui viviamo.

In questo articolo, vogliamo suggerirvi alcune delle biografie più acclamate e penetranti mai scritte. Queste opere non solo documentano fatti e date, ma ci immergono completamente nelle sfide, nei trionfi e nelle tragedie dei loro soggetti, rivelando la complessità dell’esistenza umana. Sono libri che vanno oltre il semplice racconto di eventi, trasformandosi in fonti di ispirazione, lezioni di vita e, a volte, in veri e propri moniti.

Ecco i nostri consigli:

Il genio dei numeri. Storia di John Forbes Nash jr, matematico e folle – Sylvia Nasar – Rizzoli

Il genio dei numeri

Il libro racconta la vita di John Forbes Nash Jr., descritta da una giornalista economica del New York Times. Inizia con la sua carriera accademica, segnata dalla creazione dell'”equilibrio di Nash” mentre era uno studente a Princeton, un contributo cruciale alla teoria dei giochi. Nel 1944, insieme ad altri due ricercatori, riceve il premio Nobel per l’economia. Tuttavia, la vita di Nash prende una svolta inaspettata quando la sua mente viene afflitta dalla schizofrenia. La biografia trasforma la narrazione della vita di Nash in qualcosa che sembra più un romanzo, mostrando una storia fuori dall’ordinario.


Alan Turing. Storia di un enigma – Andrew Hodges – Bollati Boringhieri

Alan Turing - storia di un enigma

Alan Turing è stato uno dei più grandi intelletti del XX secolo. Nato a Londra nel 1912, è considerato uno dei pionieri della moderna informatica, anticipando i concetti e i limiti delle macchine logiche prima che venisse costruito il primo computer. Fu un matematico eccezionale. Durante la Seconda guerra mondiale, mettendo in gioco le sue straordinarie abilità, contribuì in modo cruciale alla decrittazione di Enigma, la sofisticata macchina utilizzata dai tedeschi per cifrare le comunicazioni, cambiando così il corso della guerra. Tuttavia, la sua vita fu segnata da tormenti personali. Perseguitato per la sua omosessualità, subì la castrazione chimica come punizione. Umiliato, si suicidò a soli 41 anni in circostanze misteriose, mordendo una mela avvelenata con cianuro. Nel 2013, dopo più di sessant’anni dalla sua morte, la Regina Elisabetta gli concesse l’assoluzione postuma. La biografia di Andrew Hodges ci offre una narrazione avvincente, simile a un thriller spionistico, che ci restituisce il contesto storico e culturale in cui Turing visse e lavorò, le sue brillanti intuizioni matematiche e scientifiche, e ci permette di conoscere il lato umano e personale di questo genio agitato.


La vita immortale di Henrietta Lacks – Rebecca Skloot – Adelphi

La vita immortale di Henrietta Lacks

Per anni, gli scienziati avevano tentato invano di mantenere in vita cellule umane al di fuori del corpo. Tuttavia, le cellule di Henrietta Lacks si sono distinte immediatamente: cominciarono a replicarsi rapidamente, generando una nuova generazione entro ventiquattro ore, e da allora non hanno mai smesso di proliferare. Queste sono le prime cellule umane immortali coltivate in laboratorio. Come affermò Defler, “Le cellule di questa donna hanno vissuto fuori dal suo corpo più a lungo di quanto abbiano vissuto dentro di lei.” È comune trovare le cellule di Lacks, conservate in provette ghiacciate, in molti laboratori che lavorano con colture cellulari. Gli operatori nel campo biomedico sono familiari con l’acronimo HeLa, che identifica una linea cellulare di fondamentale importanza per la ricerca sul cancro e su vari altri ambiti.


Steve Jobs – Walter Isaacson – Mondadori

Steve Jobs

Walter Isaacson ha narrato la coinvolgente storia di Steve Jobs attraverso più di quaranta incontri personali in oltre due anni, e oltre cento interviste a parenti, amici, rivali e collaboratori. Jobs è stato un geniale imprenditore il cui zelo per la perfezione e il carisma feroce hanno trasformato sei settori dell’economia e del business: computer, animazione cinematografica, musica, telefonia, tablet e editoria elettronica. In un’epoca in cui il mondo cerca di sviluppare l’economia digitale, Jobs emerge come l’epitome dell’inventiva, riconoscendo precocemente che la chiave per creare valore nel ventunesimo secolo risiede nella fusione di creatività e tecnologia. Ha fondato un’azienda che ha unito geniali intuizioni creative e rivoluzionarie innovazioni tecnologiche. Nonostante abbia contribuito personalmente alla stesura del libro, Jobs non ha imposto restrizioni sul testo né ha richiesto di vederlo prima della pubblicazione. Ha incoraggiato apertamente parenti, amici e rivali a raccontare la verità senza filtri. Egli stesso ha parlato apertamente, talvolta in modo crudo, dei suoi colleghi, amici e avversari, mentre loro a loro volta hanno rivelato le sue passioni, il suo perfezionismo, la sua maestria, la sua sorta di magia e l’ossessione per il controllo che hanno caratterizzato il suo approccio al business e ai prodotti innovativi che ha concepito.


Freddie Mercury. I will rock you. La biografia definitiva – Lesley-Ann Jones – Sperling & Kupfer

Freddy Mercury

Lesley-Ann Jones, giornalista musicale, presenta un’eccezionale biografia su Freddie Mercury, la leggenda il cui genio musicale, voce magica e creatività senza pari continuano a catturare milioni di fan. Essendo stata vicina ai Queen e al loro entourage fin dagli anni Ottanta, Jones esplora la vita del rocker senza distrazioni, mettendo in luce la personalità di un individuo timido e affascinante, determinato a sperimentare ogni eccesso – anche quelli che alla fine avrebbero contribuito drammaticamente alla sua morte – pur di esprimersi. Attraverso questa biografia, scopriamo i momenti cruciali della vita di Freddie, dalla sua nascita a Zanzibar e la solitudine vissuta durante gli anni scolastici in India, alla sua fuga a Londra e al successo mondiale dei Queen, fino alla tragica fine a causa dell’AIDS. Jones offre un resoconto documentato, coinvolgente e pieno di aneddoti, che svela la rigida educazione di Mercury, la sua sessualità aperta, la sua ardente passione per la musica e il tormento emotivo e l’euforia che hanno ispirato canzoni che rimangono nella storia. Inoltre, la biografia rivela il momento cruciale in cui la spettacolare performance dei Queen al Live Aid li ha riportati in primo piano sulla scena musicale mondiale.


Oppenheimer – Kai Bird – Garzanti

Oppenheimer

Considerato uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi e un autentico genio della fisica, Robert Oppenheimer ha guidato il celebre progetto Manhattan, che nel 1945 portò alla creazione della prima bomba atomica, segnando un momento cruciale nella sua carriera. Tuttavia, di fronte alle devastanti conseguenze dei bombardamenti su Hiroshima e Nagasaki, Oppenheimer avanzò una proposta radicale per il controllo internazionale dei materiali nucleari e si oppose fermamente alla realizzazione della bomba all’idrogeno. Kai Bird e Martin J. Sherwin hanno dedicato una monumentale biografia a questa figura tragica ed eroica, che ha ricevuto il Premio Pulitzer nel 2006. “Oppenheimer” segue il percorso di un’icona dell’America degli anni Quaranta, dalla sua ascesa alla fama attraverso le sfide e i trionfi del XX secolo, fino alla sua umiliazione nel 1954, quando fu coinvolto in un’inchiesta che compromesse irrimediabilmente la sua reputazione. Questo magistrale racconto offre una riflessione profonda sul rapporto tra scienza e potere, illuminando, attraverso la vita di Oppenheimer, nuovi aspetti della storia umana.


James Joyce – Richard Ellmann – Castelvecchi

James Joyce

In questa celebre opera di biografia letteraria, la vita e l’opera di James Joyce sono esaminate, analizzate e discusse con una passione rigorosa e senza indulgenze. Il monumentale e dettagliato studio di Richard Ellmann ricostruisce l’interconnessione intricata tra l’esperienza di vita e l’arte, dalla singolarità della quotidianità alla vastità proteiforme del genio. Da Dublino a Trieste, da Parigi a Zurigo, emergono i contorni di un’esistenza fugace, caratterizzata da scelte spesso contestabili, amicizie perdute, difficoltà finanziarie e dolori irrimediabili, come la sofferenza per la schizofrenia della figlia. La grandezza dello scrittore non è intaccata dalle imperfezioni dell’uomo, ma si nutre proprio dell’intransigenza di Joyce nel non compromettere il proprio lavoro, anche a costo di sacrifici personali. Ellmann organizza con acume critico l’abbondante materiale aneddotico, offre preziose chiavi interpretative delle opere e restituisce al lettore un ritratto completo di uno dei grandi maestri del Novecento. Completano il volume un articolo di Dwight Macdonald.


Wittgenstein. Il dovere del genio – Ray Monk – Bompiani

Wittgenstein

Come sottolinea Michele Ranchetti nella prefazione di questa biografia, “…è raro trovare nella storia delle grandi vite di filosofi, musicisti, scrittori o artisti una vita che sia stata vissuta con una tale dedizione assoluta alla ricerca della perfezione”. Attraverso un racconto scorrevole e vivace, Ray Monk esplora i drammi intellettuali e umani di Wittgenstein, compresa la sua tormentata omosessualità, intrecciando due narrazioni parallele: l’evoluzione del pensiero di un genio e il suo percorso di vita.


Barracoon. L’ultimo schiavo – Zora Neale Hurston – 66thand2nd

Barracoon

Nel 1927, Zora Neale Hurston si recò a Plateau, Alabama, per intervistare Cudjo Lewis, l’ultimo sopravvissuto della nave negriera “Clotilda”, che rappresenta un tassello importante ma spesso dimenticato della storia americana: la tratta degli schiavi africani attraverso l’Atlantico. Nel 1931, desiderosa di approfondire la storia del suo popolo, Hurston tornò a Plateau per raccogliere il racconto completo di Lewis. Tra scorpacciate di pesche e cocomeri, Lewis raccontò le circostanze del suo rapimento da parte dei guerrieri del Dahomey, la prigionia nel “barracoon”, la traversata dell’oceano, il lavoro nei campi fino allo scoppio della Guerra Civile e la fondazione di Africatown. Il manoscritto di “Barracoon”, rimasto inedito per lungo tempo, è stato finalmente pubblicato nel 2018, ottenendo riconoscimenti nelle liste dei migliori libri americani e inglesi dell’anno. Questa è la prima traduzione mondiale.


Autobiografia di Malcolm X – Malcolm X e Alex Haley – Rizzoli

Malcom X

Dalla vita di un personaggio amato, odiato, contestato, difeso, insultato e infine ucciso in circostanze ancora avvolte dal mistero, emerge la storia della ribellione degli afroamericani contro il razzismo e la discriminazione. Malcolm X: cresciuto in un ambiente segnato dall’assassinio del padre per mano di un’organizzazione razzista, ha vissuto nei ghetti neri, subendo la violenza dei bianchi. La sua evoluzione politica lo ha portato a rivendicare i diritti della sua comunità, ad abbracciare l’Islam, a lottare contro la repressione statale e ad affrontare le divisioni all’interno del movimento. Ha adottato l’estremismo come risposta a un’ingiustizia brutale e assurda. Questo libro ha contribuito a diffondere in tutto il mondo il pensiero e la storia di uno dei più importanti leader afroamericani del XX secolo. Introduzione di Alessandro Portelli.


Avete qualche altra opera da consigliare? Scriveteci