Eleonora Marsella inaugura la “Rassegna degli scrittori emergenti” a Roma

Sabato 26 Settembre inizia La Rassegna degli scrittori emergenti ideata dalla blogger Eleonora Marsella, una iniziativa per dare visibilità alle nuove promesse della prosa e della poesia. L’evento si svolgerà presso la libreria #Skarabocchio in via Giuseppe Bagnera 31/35 a Roma (zona EUR).

La blogger intervisterà ogni autore e concederà ampio spazio alla curiosità del pubblico. A seguire sarà offerto un buffet di prodotti tipici Salentini. La rassegna ha un fitto programma e si snoderà per ben 11 appuntamenti fino al 5 dicembre. Abbiamo intervistato Eleonora Marsella, che ha promesso di rivelarci qualche curiosità sui partecipanti, a partire dal primo, il poeta Marco Patuzzi.

Come è nata l’idea della manifestazione?
La rassegna degli scrittori emergenti nasce dalla necessità per gli autori di farsi conoscere nell’intricato mondo editoriale. Lavorando a stretto contatto con diverse tipologie di scrittori ho capito che le difficoltà che incontrano sono sempre le stesse: da qui la mia idea di una rassegna nel cuore di Roma.

In base a quale criterio sono stati selezionati gli scrittori?
Diversi autori che presentano il libro hanno già collaborato a Il Blog di Eleonora Marsella: chiedendomi una presentazione, hanno comunicato un riscontro positivo  e di fiducia nei miei confronti, verso il mio lavoro. Gli altri autori che conoscerò con il tempo e attraverso le tappe della rassegna saranno delle novità anche per me e sono autori che hanno aderito appieno e  da subito alla filosofia di pensiero di questo progetto così ambizioso.

Chi “apre le danze” il primo giorno?
La prima tappa, il 26 settembre 2015 dalle 17, vedrà protagonista un poeta, Marco Patuzzi, che verrà appositamente da Bassano Del Grappa per questa performance: poesia e teatro si combineranno per questo speciale appuntamento.

A quali autori potresti accostarlo?
Il poeta Patuzzi non può essere accostato a nessuno, questo perché lui stesso combina varie forme di pensiero; potrei citare l’ermetismo ma, se proprio lo dovessi accostare a qualcuno, direi che mi ricorda Carmelo Bene.

Ringraziamo Eleonora Marsella della sua gentilezza e le diamo appuntamento al secondo incontro!
Per qualsiasi ulteriore dettaglio è possibile consultare il suo sito ufficiale o la pagina Facebook.