Festival AG noir 2022

Festival AG noir 2022 – Da lunedì 4 luglio a sabato 9 luglio 2022, ad Andora, è in programma l’ottava edizione del Festival AG NOIR. Cinque giorni di incontri, due palcoscenici (Giardini Tagliaferro e Parco Aviatori) e ospiti di primo piano nel panorama dell’informazione e della giustizia nazionale. Oltre al consueto viaggio nel mondo dell’editoria italiana noir, si tiene il consueto spazio dedicato al noir quotidiano con una serata ad alta intensità, tra memoria collettiva e coscienza civile, tutta dedicata al trentennale delle Stragi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Il Festival AG noir 2022 propone un finale inedito con uno spettacolo teatrale, tratto da Demoni Urbani. Il podcast true crime più ascoltato in Italia è presente per tutte le giornate del festival nella nuova Area Eventi con la possibilità, per il pubblico, di fruire dell’ascolto.
Il calendario degli incontri è suddiviso in un Pre-Festival, dal 5 al 6 luglio al Parco degli Aviatori e il Festival, il 7, 8 e 9 luglio nell’Anfiteatro dei Giardini di Palazzo Tagliaferro. Questi sono i due palcoscenici sui quali si svolge la manifestazione, che propone sia incontri sul Noir letterario in presenza di scrittori, sia conversazioni sul Noir quotidiano, quello dei grandi casi di cronaca, raccontato in prima persona da investigatori, addetti ai lavori e giornalisti. I talk sono preceduti da un aperitivo dalle 19 alle 21.30

Il tema del Festival AG noir 2022 è la follia. L’argomento viene esplorato nei suoi vari aspetti; nei giorni precedenti, i negozi di Andora sono stati coinvolti per la realizzazione di vetrine a tema. La migliore verrà premiata nella serata finale del 9 luglio.

Fra gli ospiti dell’edizione 2022 ci sono Sigfrido Ranucci, giornalista e conduttore di Reportsu Rai 3, programma che ha fatto la storia del giornalismo investigativo in tv; Carmelo Abbate, giornalista e opinionista di Quarto Grado; un altro volto noto della stessa trasmissione di Rete 4 quale il generale Luciano Garofano, ex Comandante dei RIS di Parma e consulente dello stesso Quarto Grado; Veronica Pivetti, attrice, doppiatrice, conduttrice, qui in veste di scrittrice per presentare il suo ultimo romanzo, un giallo messicano dai toni splatter; la criminologa Roberta Bruzzone, che parla dell’omicidio dello stilista Gianni Versace, avvenuto venticinque anni fa, a cui ha dedicato il suo ultimo saggio, e l’avvocato Nicodemo Gentile, presidente dell’Associazione Penelope Italia, un professionista che ha seguito alcuni dei più discussi casi di cronaca nera negli ultimi anni, come i delitti di Melania Rea e Sarah Scazzi. Infine, interviene anche Drusilla Gucci, erede della storica dinastia italiana di moda, diventata popolare volto televisivo, al suo esordio nel mondo della letteratura a tinte noir.

La manifestazione si apre anche ai più giovani e propone un originale Laboratorio della Legalità tenuto da Francesca La Mantia, docente e sceneggiatrice e regista cinematografica e teatrale, impegnata nel tour estivo di presentazione de La mia corsa. La mafia narrata ai bambini.

Nella serata di venerdì 8 luglio, Ranucci con i suoi ospiti ripercorrà una delle più strazianti pagine di storia del Paese: le stragi di Capaci e Via d’Amelio, compiute nell’estate di trent’anni fa dalla mafia.

È altresì prevista una serata nel corso della quale Cecilia Scerbanenco, figlia di Giorgio, e Giacomo Papi, scrittore, giornalista e autore televisivo, raccontano le figure di Andrea G. Pinketts, il padrino del Festival AG Noir, e Giorgio Scerbanenco, uno dei maestri del noir italiano. Segue la proiezione in anteprima del book trailer della riedizione del terzo libro della saga di Lazzaro Santandrea, a cura dell’Associazione Pinketts.

Trovate il programma completo della manifestazione sul sito Festival Agnoir Andora.