Festival Ventimilarighesottoimari in Giallo a Senigallia

Ventimilarighesottoimari

Il Festival Ventimilarighesottoimari in Giallo torna a Senigallia dal 22 al 25 agosto 2024, portando con sé un programma ricco e variegato che saprà accontentare gli appassionati di noir e giallo. Giunto alla sua tredicesima edizione, questo evento è organizzato dal Comune di Senigallia in collaborazione con la Fondazione Rosellini per la Letteratura Popolare, e si conferma come uno degli appuntamenti più attesi dell’estate culturale marchigiana.

L’edizione di quest’anno vedrà la partecipazione di importanti autori del panorama letterario italiano, tra cui Valerio Calzolaio, Gabriele Cruciata, Davide Longo ed Enrico Pandiani. Un elemento distintivo del festival è la sua capacità di spaziare dalle novità più interessanti del noir contemporaneo alla riscoperta di autori italiani degli anni Trenta, includendo anche il giallo civile e la grande letteratura. Questa formula ha contribuito al successo della manifestazione negli anni e continua ad attirare un pubblico appassionato e competente.

Il festival si aprirà giovedì 22 agosto alle 18:30 con un incontro con Valerio Calzolaio, che presenterà il suo libro Angolature Noir (Linea Edizioni). Il volume, arricchito dalla prefazione di Massimo Carlotto, offre una riflessione approfondita sul genere noir, analizzando le opere di quindici grandi autori. La giornata proseguirà alle 21:30 con Gabriele Cruciata e il suo libro I Marsigliesi (SEM) che narra le vicende della criminalità romana degli anni Settanta, focalizzandosi sui gangster di origine francese che tentarono di prendere il controllo della capitale italiana prima dell’avvento della Banda della Magliana.

Venerdì 23 agosto alle 18:30, Luca Crovi presenterà un autentico gioiello per gli appassionati di giallo classico: Una sigaretta ed altri racconti di Tito A. Spagnol. Spagnol, regista e giornalista, fu uno dei più importanti giallisti italiani degli anni Trenta, e questa raccolta, curata da Loris Rambelli e pubblicata dalla Fondazione Rosellini, offre un’opportunità unica di riscoprire i suoi racconti, alcuni dei quali inediti.

Sempre venerdì, alle 21:30, Massimo Raffaeli terrà una conferenza su Leonardo Sciascia e il suo celebre L’affaire Moro. Sciascia, con la sua scrittura raffinata che intreccia il giallo a temi storico-politici, affrontò uno dei momenti più drammatici della storia italiana, il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro, in un’opera che rimane uno dei suoi capolavori.

Sabato 24 agosto alle 18:30 sarà il turno di Gianpaolo Romanato, che presenterà la biografia Matteotti un italiano diverso, a cento anni dal barbaro assassinio di Giacomo Matteotti. Il libro si basa sul ricco epistolario tra Matteotti e la moglie Velia, offrendo una prospettiva intima e personale su uno dei personaggi più significativi della storia italiana.

La giornata proseguirà alle 21:30 con Davide Longo e il suo Requiem di Provincia. Ambientato nel 1987, il romanzo racconta un fatto di sangue che sconvolge la provincia piemontese, con protagonisti indimenticabili come il commissario Corso Bramard e Vincenzo Arcadipane.

Domenica 25 agosto alle 18:30, Enrico Pandiani presenterà il suo ultimo romanzo noir Naufragio (Rizzoli), una storia intrigante ambientata sul Lago Maggiore che vede una barca capovolgersi e causare la morte di quattro persone. L’apparente incidente nasconde però segreti oscuri che un gruppo di personaggi cercherà di svelare.

Il festival si concluderà con un evento speciale alla Rotonda a Mare di Senigallia, dove Alessandro Robecchi celebrerà i dieci anni del suo personaggio più famoso, Carlo Monterossi. Accompagnato dal chitarrista Thomas Pagani, Robecchi offrirà un reading che ripercorrerà le avventure di Monterossi, definito da Corrado Augias come “il miglior noir italiano in circolazione”.

Tutti gli eventi del festival, eccetto il gran finale, si svolgeranno nei giardini della Scuola Pascoli e saranno ad ingresso gratuito. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito.