Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

World Book Day 2024 - Giornata Mondiale del Libro
La Giornata Mondiale del Libro, promossa dall'UNESCO, celebra la lettura e l'editoria il 23 aprile. In Catalogna è anche la festa di Sant Jordi

La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, conosciuta anche come Giornata Mondiale del Libro, è un evento annuale organizzato dall’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) per promuovere la lettura, l’editoria e il diritto d’autore. La prima Giornata Mondiale del Libro è stata celebrata il 23 aprile 1995 a Parigi e continua ad essere riconosciuta in quella data.

L’UNESCO, insieme al comitato consultivo dei principali settori dell’industria del libro, seleziona ogni anno la Capitale Mondiale del Libro. Ogni città designata come Capitale Mondiale del Libro svolge un programma di attività per celebrare e promuovere i libri e la lettura. Nel 2024, Strasburgo è stata scelta come Capitale Mondiale del Libro.

La scelta del 23 aprile come data per la Giornata Mondiale del Libro è legata alla commemorazione della morte di autori illustri come William Shakespeare e Miguel de Cervantes, oltre che alla nascita o morte di altri autori di spicco. Questa data è stata scelta anche per celebrare la ricchezza e la diversità della letteratura mondiale.

La Giornata Mondiale del Libro ha le sue radici in una idea concepita nel 1922 da Vicente Clavel, direttore della casa editrice Cervantes di Barcellona, come un modo per onorare l’autore Miguel de Cervantes e stimolare le vendite dei libri. La celebrazione è stata inizialmente fissata il 7 ottobre 1926, giorno di compleanno di Cervantes, per poi essere spostata alla data della sua morte, il 23 aprile, nel 1930. Questa tradizione continua ad essere molto popolare in Catalogna, dove è conosciuta come la Giornata di Sant Jordi o la Giornata dei Libri e delle Rose.

Giornata di San Jordi

Il 23 aprile è una giornata speciale in Catalogna: è la festa di Sant Jordi. Le strade si riempiono di bancarelle colorate, dove rose e libri sono i protagonisti. Questa tradizione affonda le sue radici nella leggenda di Sant Jordi, il coraggioso cavaliere che salvò la principessa dal drago. Le rose, simbolo di amore, e i libri, simbolo di conoscenza, rendono questa festa un’occasione unica di celebrazione e cultura. È un momento di scambio e condivisione, dove regalare una rosa o un libro diventa un gesto carico di significato. In questa giornata speciale, le città come Barcellona si animano con varie attività culturali, come sardane, mostre e concerti, trasformandosi in luoghi vibranti di festa e tradizione.