Gli eredi di Harper Lee bloccano le edizioni economiche

La recente scomparsa dell’autrice Harper Lee continua a creare scalpore.

Solo pochi giorni fa è circolata la notizia di un’ordinanza emessa da un giudice americano con la quale è stato secretato il testamento dell’autrice, con lo scopo di tutelare i suoi eredi.

Sono proprio gli eredi della Lee a far parlare di sé questa volta. Sembra infatti che abbiano preso una decisione molto contestata, ovvero quella di non concedere più i diritti per la pubblicazione di alcune opere della Lee in versione economica. Ci si può immaginare quale sia stata la reazione del pubblico americano.

Il primo è più famoso romanzo di Harper LeeIl buio oltre la siepe, è difatti un classico della letteratura americana, studiato in moltissime classi. Le versioni in copertina rigida in vendita negli Stati Uniti hanno un prezzo medio di 15 Euro, contro i 7 Euro delle edizioni economiche. E’ facile comprendere quindi come la notizia non sia stata ben accolta, tanto più che la motivazione di tale decisione sembra essere di mera natura economica.

Quanto sta accadendo con le opere della Lee è in netto contrasto con la più generale tendenza di una apertura del mercato alle edizioni economiche e più in generale alla diffusione quanto più libera possibile delle opere ormai definibili come classici.

Harper Lee risultò vincitrice del premio Pulitzer nel 1961, proprio per il suo capolavoro Il buio oltre la siepe (nella versione originale: To Kill a Mockingbird). Il libro narrava una storia di ingiustizia raziale nel sud degli Stati Uniti, arrivando a vendere oltre 40 milioni di copie dalla sua pubblicazione.

Il secondo romanzo fu pubblicato solo nel 2015 con il titolo Va, metti una sentinella (Go Set a Watchman). L’autrice dichiarò di aver scritto il libro nella sua giovinezza, nel corso degli anni ’50 e di averlo sottoposto, senza successo, ad un editore nel 1957. Anche questo libro ha riscosso un buon successo di pubblico, vendendo oltre 1 milione di copie in una sola settimana.

di Diego Manzetti