I 47 confini che dividono il mondo di John Elledge

i 47 confini che dividono il mondo
I 47 confini che dividono il mondo di Jonn Elledge, edito da Garzanti: una nuova prospettiva storica e geopolitica sui confini che modellano il nostro mondo.

Garzanti presenta una novità editoriale che ci fornirà una nuova prospettiva nel modo in cui vediamo la storia e la geopolitica: I 47 confini che dividono il mondo di Jonn Elledge. Un libro che si addentra nei meandri delle linee tracciate sulle mappe e ne svela i retroscena storici, politici e culturali.

Una storia di confini

La volontà di distinguere fra «noi» e «gli altri» ha spinto gli esseri umani a delimitare e difendere i propri territori in ogni epoca della storia. Questo impulso ha dato origine a confini che sono diventati simboli di identità, conflitto e cultura. Dall’antico Egitto, con il suo primo confine noto del IV millennio a.C., ai cinquantamila chilometri della Muraglia cinese, Jonn Elledge esplora come i confini non siano solo tracciati sulla terra, ma scolpiti nella storia e nella mente umana.

L’arbitrarietà dei confini

Elledge dimostra come i confini possano essere tanto derivati dalla geografia fisica quanto del tutto arbitrari. Le linee che vediamo sulle mappe potrebbero essere diverse se solo un conflitto, un trattato di pace o il percorso di un gruppo di viaggiatori avesse preso un’altra direzione. L’autore ci porta attraverso storie affascinanti, dalla spartizione coloniale dell’Africa alle avventure della marina boliviana, illustrando come i confini siano il risultato di incontri e scontri di idee, nonché della formazione di identità politiche.

Dettagli del Libro

  • Titolo: I 47 confini che dividono il mondo
  • ISBN: 9788811011330
  • Autore: Jonn Elledge
  • Traduzione di: Giuseppe Maugeri, Davide Martirani
  • Dettagli: 408 pagine, Brossura
  • Prezzo: 22,00€