La i-Eco-settimana

Dedichiamo la settimana entrante a Umberto Eco: è il nostro modo per prolungare, attraverso gli articoli che pubblicheremo, la commozione che ha accompagnato la notizia della sua scomparsa. Ci uniamo così alle numerose iniziative che celebrano uno scrittore che rimarrà un punto di riferimento stabile e brillante nella cultura italiana.

La redazione di i-libri.com

_____________________________________

Umberto Eco (Alessandria 1932 – Milano 2016); filosofo, medievista, semiologo, massmediologo, ha esordito nella narrativa nel 1980 con Il nome della rosa (Premio Strega 1981), seguito da Il pendolo di Foucault (1988), L’isola del giorno prima (1994), Baudolino (2000), La misteriosa fiamma della regina Loana (2004) e Il cimitero di Praga (2010).

Tra le sue numerose opere di saggistica (accademica e non) si ricordano: Trattato di semiotica generale (1975), I limiti dell’interpretazione (1990), Kant e l’ornitorinco (1997), Dall’albero al labirinto (2007), Non sperate di liberarvi dei libri, insieme a Jean-Claude Carrière (2009), Costruire il nemico (2011) e Scritti sul pensiero medievale (2012).

Nel 2004 ha pubblicato il volume illustrato Storia della Bellezza, seguito nel 2007 da Storia della Bruttezza, nel 2009 da Vertigine della lista e nel 2013 da Storia delle terre e dei luoghi leggendari.

(www.lafeltrinelli.it)