La terna finalista del Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2024

Premio Strega Ragazze e Ragazzi
Il Comitato scientifico del Premio Strega Ragazze e Ragazzi ha annunciato la terna finalista per il prestigioso premio alla migliore Narrazione per immagini, selezionata tra i 38 libri proposti dagli editori, aggiudicando inoltre una menzione speciale.

Il Comitato scientifico del Premio Strega Ragazze e Ragazzi ha annunciato la terna finalista per il prestigioso premio alla migliore Narrazione per immagini, selezionata tra i 38 libri proposti dagli editori, aggiudicando inoltre una menzione speciale.

I titoli prescelti includono “Più grande di un sogno” di Jef Aerts, illustrato da Marit Törnqvist, tradotto da Olga Amagliani (Camelozampa); “Storie brevi” di Silvia Borando (minibombo); e “I Pizzly” di Jérémie Moreau, tradotto da Stefano Andrea Cresti (Tunué).La menzione speciale è stata assegnata a “Il Signor Mirabile” di Olga Tokarczuk, illustrato da Joanna Concejo, tradotto da Raffaella Belletti (TopiPittori).

Il vincitore o la vincitrice di questa categoria sarà annunciato nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair 2024, il 10 aprile alle ore 14.30, al Caffè Illustratori.

Inoltre, oltre al premio per l’autore offerto da Strega Alberti Benevento, è previsto un premio all’illustratore dell’opera vincitrice, se diverso dall’autore, e uno al traduttore, nel caso si tratti di un libro in traduzione, offerti da BolognaFiere.

Per gli interessati, l’elenco completo dei titoli proposti nelle categorie 6+, 8+ e 11+ è disponibile sul sito ufficiale del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

Il Premio Strega Ragazze e Ragazzi, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento – organizzatori del Premio Strega – in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura, BolognaFiere-Bologna Children’s Book Fair, BPER Banca e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, continua a celebrare l’eccellenza nella letteratura per giovani lettori, confermando il suo ruolo di punto di riferimento nel panorama editoriale internazionale.