Brucia! La nuova scienza del metabolismo per perdere peso e restare in salute

Qual è la migliore dieta per perdere peso e rimettersi in forma? Quali cibi sono efficaci per dimagrire e quali invece favoriscono l’aumento di peso? È davvero vero che carboidrati e zuccheri sono dannosi per l’organismo? L’antropologo evolutivo Herman Pontzer sostiene che queste domande siano poco rilevanti. Attraverso estese ricerche su popolazioni di cacciatori-raccoglitori ancora esistenti, come gli Hadza della Tanzania settentrionale, Pontzer ha dimostrato che il consumo calorico umano è pressoché costante. Gli Hadza, che percorrono tra gli otto e i quattordici chilometri al giorno, consumano le stesse calorie di un occidentale che a malapena raggiunge diecimila passi.

Allora, qual è la differenza nell’accumulo di grasso tra un impiegato sedentario e un triatleta professionista? Questo libro chiarisce che le strategie per dimagrire sono efficaci solo se si adotta un regime di deficit calorico. È necessario consumare meno calorie di quante se ne brucino, senza ossessionarsi con diete alla moda o demonizzare specifici gruppi alimentari. Più si è attivi, più energia si dissipa. Tuttavia, l’esercizio è principalmente benefico per il corpo e la mente, non per perdere peso. Questo spiega perché, iniziando un programma di allenamento, i grandi risultati iniziali tendono a stabilizzarsi nel tempo.

“Brucia!” offre finalmente una spiegazione al fallimento di diete miracolose e prodotti che promettono di accelerare il metabolismo, ricordandoci che il corpo umano, risultato dell’evoluzione, è in grado di adattarsi ai cambiamenti nell’attività fisica e nella dieta in modi che stiamo appena iniziando a comprendere davvero.

Autore: Pontzer Herman

Editore: Mondadori

Autore della recensione: Diego Manzetti

 

Recensione

Ho recentemente letto (la versione originale in inglese di) “Brucia! La nuova scienza del metabolismo per perdere peso e restare in salute” di Herman Pontzer, pubblicato in Italia da Mondadori. Il libro presenta senza dubbio una visione del metabolismo illuminante e forse in parte anche fuori dagli schemi. Vediamo però più nel dettaglio chi è l’autore e di cosa tratta il libro.

Introduzione sull’autore

Cerchiamo innanzitutto di conoscere l’autore. Herman Pontzer è un antropologo evoluzionista e professore associato presso la Duke University, noto per le sue ricerche innovative nel campo dell’energetica umana e dell’evoluzione. Il suo lavoro con le popolazioni di cacciatori-raccoglitori, in particolare con gli Hadza della Tanzania, ha fornito dati cruciali per comprendere meglio come funziona realmente il metabolismo umano.

Sintesi del libro

“Brucia” sfida molte delle concezioni comuni sul metabolismo e sull’energia umana. Pontzer esplora come il nostro corpo utilizza l’energia e svela come le nozioni tradizionali di dieta ed esercizio siano spesso fraintese. Attraverso studi scientifici e aneddoti accattivanti, Pontzer dimostra che il nostro metabolismo è sorprendentemente costante, indipendentemente dal livello di attività fisica cui lo sottoponiamo.

Punti chiave

Metabolismo

Pontzer ci spiega, innanzitutto, che l’energia totale che il nostro corpo brucia quotidianamente è relativamente costante. Questo significa che, indipendentemente dal nostro livello di attività fisica, il nostro corpo adatta altre funzioni per mantenere un consumo energetico totale equilibrato.

Studio sugli Hadza

Uno degli studi centrali citati nel libro riguarda gli Hadza, una popolazione di cacciatori-raccoglitori in Tanzania. Nonostante il loro stile di vita altamente attivo, gli Hadza bruciano lo stesso numero di calorie giornaliere degli adulti sedentari nelle società occidentali. Questo sorprendente risultato sfida l’idea che l’aumento dell’attività fisica porti necessariamente a un maggiore consumo calorico.

Implicazioni per la salute pubblica

Le scoperte di Pontzer hanno potenzialment significative implicazioni per le strategie di salute pubblica. Egli suggerisce che l’obesità e altri problemi di salute non sono tanto una questione di sedentarietà, ma piuttosto di eccesso calorico. Di conseguenza, le politiche sanitarie dovrebbero concentrarsi molto di più sulla gestione dell’apporto calorico piuttosto che sull’incremento dell’attività fisica.

Dieta ed esercizio

Un altro punto chiave del libro è la distinzione tra dieta ed esercizio fisico in termini di gestione del peso. Pontzer argomenta che, sebbene l’esercizio sia cruciale per la salute generale e debba essere sempre tenuto in costante considerazione, non è da solo un metodo efficace per perdere peso. La dieta, infatti, gioca un ruolo molto più importante nella regolazione del peso corporeo.

Evoluzione del metabolismo umano

Pontzer discute altresì come l’evoluzione abbia plasmato il nostro metabolismo. Egli spiega che gli esseri umani hanno evoluto un metabolismo che ci consente di sopravvivere in ambienti con risorse alimentari limitate. Questo adattamento evolutivo ci ha permesso di mantenere una spesa energetica stabile, anche quando le risorse erano scarse. Tuttavia, in un mondo moderno caratterizzato da un’abbondanza di calorie, questo adattamento può portare a problemi di salute come l’obesità.

Un altro interessante aneddoto presentato da Pontzer riguarda lo sviluppo del cervello umano. Quest’ultimo infatti ha subito un notevole sviluppo a seguito della scoperta del fuoco, che ha consentito all’essere umano di dover dedicare meno risorse energetiche alla digestione (con la cottura), destinando quindi queste risorse in eccesso allo sviluppo cerebrale. Da qui forse l’allontanamento dell’essere umano da altri primati che invece hanno proseguito nel loro percorso di sviluppo.

Dieta e salute

Le scoperte di Pontzer suggeriscono quindi che, per gestire efficacemente il peso, è assolutamente importante concentrarsi sull’apporto calorico e non focalizzarsi in modo eccessivo sull’esercizio fisico. Come già detto, l’autore non suggerisce che l’esercizio fisico non sia importante; al contrario, è cruciale per la nostra salute generale e il benessere. Tuttavia, per la gestione del peso, la dieta gioca un ruolo predominante e imprescindibile.

Riflessioni personali

Il libro di Pontzer mi ha fornito senza dubbio una prospettiva innovativa sul funzionamento del nostro metabolismo. Ritengo tuttavia sia sempre necessario mantenere un approccio equilibrato quando si leggono libri su questo argomento ed evitare di lanciarsi in approcci improvvisati che possano mettere a rischio la propria salute.

Come ci dice l’autore, l’esercizio fisico è fondamentale per mantenere il nostro fisico in buona salute, ma questo non è sufficiente per garantire il mantenimento di quello che si ritiene essere il proprio peso forma. Questo però mi sembra essere abbastanza intuitivo. Sarebbe stato al contrario troppo semplice pensare di potersi impegnare in una seduta di attività fisica prima di lanciarsi su di un piatto di pasta alla carbonara, nella speranza di neutralizzarne gli impatti calorici.

In conclusione, ritengo il libro fornisca spunti molto interessanti e aiuti il lettore a acquisire maggiore consapevolezza sul come funzioni in nostro corpo, con particolare riferimento al metabolismo, e a come lo stesso si sia sviluppato nel corso dei millenni.

Il primo passo verso il miglioramento della propria forma fisica non è necessariamente intraprendere una delle mille diete che ormai possono essere reperite ovunque, ma conoscere come funziona il proprio corpo. Questo libro ci aiuta in tal senso e mi sento quindi di consigliarlo come parte di un percorso di crescita personale.