Una crociera sui tacchi

E se il matrimonio da sogno che fantasticavi da una vita andasse improvvisamente a monte per colpa della tua (ex) migliore amica? E se ti ritrovassi tra le mani un biglietto già pagato per fare il giro del mondo in quella che avrebbe dovuto essere la tua luna di miele? Avresti mai il coraggio di partire da sola? Questo è quello che accade a Bianca, biologa marina all’acquario di Londra, ormai senza più un lavoro e prossima alle nozze. Lei decide di partire: donna impulsiva e determinata, col suo tacco 12 è pronta a sfidare il mondo intero anzi, il giro del mondo, che una delle navi da crociera più lussuose del mondo, la Queen Victoria, percorrerà in 109 lunghi giorni. Un’anziana coppia sempre in vena di litigare, un galante scrittore in cerca di ispirazione, un affascinante e scorbutico pianista, una bionda tutto pepe e una misteriosa vecchietta saranno alcuni dei suoi compagni di avventura. Riuscirà Bianca ad arrivare alla fine del viaggio, tra serate di gala, ladri di gioielli, persone che scompaiono misteriosamente ed i ricordi dolorosi di un passato che cerca di tornare prepotentemente a galla?

Bianca, giovane biologa inglese, amante della moda e, soprattutto, dei tacchi alti, viene lasciata dal facoltoso fidanzato una settimana prima del matrimonio. Per combattere la disperazione decide di partire comunque e da sola per la favolosa luna di miele che avevano organizzato: una crociera di 109 giorni sulla Queen Victoria. In pratica un viaggio intorno al mondo.

Dall’alto dei suoi tacchi, Bianca incontra tutta una serie di personaggi più o meno strani che faranno il viaggio con lei, una strana coppia, una svampita commessa, una vecchina misteriosa e un giovane e affascinate pianista italiano. Il viaggio di Bianca comincia nel migliore dei modi e la ragazza è pronta a godersi il viaggio; alcuni furti che avverranno a bordo contribuiranno a dare all’intera avventura un tocco di mistero.

Una crociera sui tacchi si inserisce perfettamente nel filone ‘romanzo fashionista’, in cui si parla di amore, si risolve un crimine, ma soprattutto si descrivono scarpe (colore, tacco, costo) e vestiti.

La protagonista affronta scarpinate nelle città che visita sui tacchi 12, degna di Carrie Bradshaw, e sussulta di indignazione quando è costretta a indossare le scarpette da ginnastica.

Si trova coinvolta in storie surreali, riesce a spendere fior di quattrini anche se ha lasciato il lavoro per amore e, ovviamente, finisce per scontrarsi con l’ex fidanzato a bordo, che ha avuto il coraggio di portare anche la sua nuova fiamma.

Un romanzo da compagnia, senza pretese, da leggere senza aspettarsi troppo, senza farsi troppe domande. I personaggi non ci riservano sorprese e si sa come andrà a finire. Semplicemente ci lasciamo trasportare da un paio di Louboutin e passiamo qualche ora sognante, in un mondo fuori dal mondo, senza problemi, dove incontriamo il principe azzurro, scopriamo dei ladri di gioielli e ci prendiamo delle belle soddisfazioni con l’ex che ci ha mollate all’altare. Con lo sfondo lussuoso di una nave da crociera e delle meravigliose città in cui approda.

Un libro da regalare all’amica che esce da una delusione d’amore o, perché no, a quella intellettuale che si prende troppo sul serio.

Recensione di Angela Del Prete