Giochi e attività nel bosco in città

Questo volume presenta numerose attività, per sfruttare al meglio le potenzialità del gioco all’aria aperta in un contesto di apprendimento stimolante e coinvolgente. Il libro è suddiviso in due parti: “Giocare nel bosco”, nella quale si propongono esperienze a diretto contatto con la natura, che consentono ai bambini di dare libero sfogo alla propria fantasia ed energia, apprendendo spontaneamente a rispettare e proteggere l’ambiente; “Giocare in città”, dove essi esplorano la scuola e il territorio circostante (la via, il quartiere e la città stessa), scoprendo innumerevoli sorprese in fatto di arte, storia e cultura. Corredate di chiare istruzioni sulla loro realizzazione (materiali, numero di partecipanti, età, varianti ecc.), le attività si propongono di: stimolare la percezione sensoriale e sviluppare la fantasia e la creatività; insegnare a muoversi in autonomia nella natura e nell’ambiente urbano. Le proposte formative, presentate in forma di giochi, filastrocche e canzoni, sono rivolte a educatori e insegnanti della scuola dell’infanzia, ma possono essere facilmente adattate e realizzate anche nella scuola primaria.

Autore:

Editore:

Autore della recensione: Valeria Martino

 

Recensione

Il manuale <Giochi e attività nel bosco e in città> fa parte della collana “iMateriali” delle edizioni Erickson ed è a cura di Monika, Petra e Ursula Bezdek, fondatrici dell’associazione “Programma genitori-figli” di Stockdorf, nei pressi di Monaco di Baviera, educatrici e animatrici, nonché autrici di numerose pubblicazioni riguardanti l’esperienza della natura e il cosiddetto “apprendimento globale”.

Il libro è suddiviso in due parti, <Giocare nel bosco> e <Giocare in città>, e presenta molte idee da attuare nell’ambiente naturale, nello specifico il bosco, e in quello urbano, ovvero la via, il quartiere e più in generale la città dove è situata la scuola.   Il tema del libro è il gioco, inteso come esperienza positiva, liberatoria quasi, attraverso cui adulti e bambini si mettono alla prova, testando forza e abilità, cercando soluzioni e imparando nuove cose.

Nella prima parte, dedicata al gioco all’aperto, le autrici propongono un’idea di “scuola sensoriale”: in questo modo, cioè, i bambini svolgono le attività in libertà ( la supervisione e la guida di un adulto sono ovviamente sottintesi ) e possono entrare in contatto con i cicli della natura e integrarsi in un sistema. Ogni unità in cui si suddivide il capitolo presenta idee di gioco a tema ( ad esempio, “Le stagioni nel bosco” oppure “Giocare con tutti i sensi” ), canzoni o filastrocche e le regole, da osservare scrupolosamente, pena la riuscita del gioco stesso.

Nella seconda parte il contesto di riferimento è quello urbano, ovvero la via, il quartiere e più in generale la città dove è situata la scuola. L’obiettivo è quello di accompagnare i bambini alla scoperta della città nella sua varietà e ricchezza storica, culturale e sociale, in modo che imparino ad apprezzarne e a valorizzarne sia i monumenti e gli edifici sia gli eventi previsti e gli eventuali punti di incontro. In questo modo la casa, il cortile, la scuola, il giardino, i parchi e le piazze della città saranno rielaborate “a misura di bambino” e il gioco consentirà loro di acquisire una progressiva autonomia nello spazio che li circonda e che gli appartiene.

GiochiGiocare e sperimentare è essenziale soprattutto per i bambini della scuola dell’infanzia e questo manuale ha il pregio di pianificare l’attività ludica con adeguatezza e non perdendo mai di vista l’attore principale, ossia il bambino. Le indicazioni di età riportate per ciascun gioco sono solo orientative…   e la voglia di sperimentare coinvolge anche l’adulto!

Recensione di Valeria Martino