Il delfino

Descrizione

Nelle acque blu dell’oceano un branco di delfini si prepara alla pesca quotidiana. Uno di loro si allontana per giocare con le onde della barriera corallina. E’ Daniel Alexander Dolphin, il grande sognatore. “Sei un perdigiorno”, gli rinfacciano i suoi compagni. “Sei un sognatore”, lo incoraggia il mare. Tuffo dopo tuffo, Daniel Alexander Dolphin impara ad ascoltare quella voce che solo lui sente e quando arriva il momento, il suo momento, non ha dubbi. Qualcosa al di là della barriera corallina – il limite delle acque sicure per tutti i delfini del suo atollo – lo attende invitandolo al salto che cambierà per sempre la sua vita. Preso il largo con slancio, scoprirà cose che non si vedono con gli occhi, ma con il cuore. Quale sorpresa quando scopre di non essere solo! Creature sconosciute, messaggere di sublime saggezza, lo guideranno all’appuntamento con l’onda perfetta. Dall’autore-rivelazione australiano una storia di coraggio, solidarietà e speranza, una perla strappata ai segreti del mare, un dono che lo scrittore intende fare a coloro che sanno esplorare con il cuore la magia che si cela dietro l’apparenza delle cose. Lasciamoci dunque trasportare in questo viaggio d’iniziazione seguendo i sentieri del sogno che portano alla verità.

Autore: Bambarén Sergio

Editore: Sperling & Kupfer

Autore della recensione: Erica Angelini

 

Recensione

“Chi sei?” domandò senza indugio.

“Sono uno squalo e tu non dovresti rivolgermi la parola. Noi, i delfini ce li mangiamo. Dovresti aver paura di me”.
“Non ho paura di quello che non conosco”, gli rispose Daniel.
Lo squalo esitò: nessun delfino gli aveva mai risposto così.
“Che cosa ci fai qui tutto solo, lontano dagli altri tuoi simili?”.
“Seguo il mio sogno. Sto cercando l’onda perfetta”.

(Tratto da Il delfino di Sergio Bambarén)

Con queste perle di saggezza Sergio Bambarén, scrittore australiano di origine peruviana, pubblica Il delfino, il suo primo romanzo, iniziando così a farsi conoscere ad apprezzare come “poeta dell’anima”. Amante della natura e del mare, scrive storie di vita e di amore tra gli elementi appartenenti a quei mondi, e le sue parole escono dal cuore e arrivano dirette all’anima dei suoi lettori.

Il primo romanzo di Bambarén, quello che lo ha reso famoso racconta la storia di Daniel Alexander Dolphin, un delfino che, determinato a non rinunciare ai suoi sogni, impara ad ascoltare quella voce che solo lui sente e quando arriva il momento, lascia il suo branco e intraprende un lungo viaggio attraverso gli oceani per cercare dentro se stesso il significato della sua vita, spinto dal suo amore per il mare e dall’onda dei suoi desideri. Non ha dubbi: sa che qualcosa al di là della barriera corallina lo attende invitandolo al salto che cambierà per sempre la sua vita. Abbandona le acque sicure, prende il largo, e, con stupore scopre, di non essere solo: creature sconosciute, ma messaggere di sublime saggezza, lo guideranno all’appuntamento con la sua onda perfetta.

Lo speciale protagonista di questo romanzo da subito sa farsi amare dai lettori, e l’autore narra le vicende del suo viaggio, tra sfide e voglia di inseguire il suo sogno, cercando di impartire lezioni di vita come possiamo estrapolare da questo meraviglioso passaggio: “Che cosa faresti se fossi in me? Abbandoneresti il tuo sogno per paura di morire o cercheresti almeno una volta di toccare il sole? Mi estinguerò nel tentativo di realizzare il mio proposito. In ogni caso è meglio che morire senza averci provato.” E sarà solo quando incontra l’onda perfetta, che Dolphin si accorgerà di aver scoperto il vero scopo della vita: dare un senso ad ogni istante, inseguire i sogni, perché solo così si è realmente felici!

Abile poeta, Bambarén, dalla sua penna fa uscire una scrittura fluida e delicata ed i suoi romanzi, storie di vita vissuta paragonabili a favole, sono intrisi di insegnamenti e piccole morali.

Chi ama la poesia dell’anima, non può non leggere un romanzo di questo scrittore. E chi sceglie un suo titolo, non può, poi, rinunciare a conoscere Dolphin, il suo primo personaggio protagonista de Il Delfino.

Recensione di Erica Angelini