Il professionista

Descrizione

Quella di Rick è stata una carriera sportiva giocata sotto il segno della mediocrità. Ma quando gli si presenta l’occasione di entrare in campo con la propria squadra in netto vantaggio, riesce a far perdere la partita e a guadagnarsi il licenziamento in tronco. Il suo agente gli troverà un’unica, insolita, seconda occasione: i Parma Panthers. Rick partirà, consapevole di non avere altra scelta, ma ignaro degli incredibili risvolti (e degli esilaranti equivoci) che il nuovo ingaggio riserverà non solo alla sua carriera. L’Audiobook di Grisham esce in libreria in contemporanea con l’edizione cartacea.

Autore: Grisham John

Editore: Mondadori

Autore della recensione: Gianni

 

Recensione

Non è certamente il più bello, né il più conosciuto tra i libri di John Grisham, ma sicuramente Il professionista è quello che riesce meglio di altri a far comprendere l’amore per l’Italia della classi intellettualmente più evolute degli Stati Uniti.

Il libro racconta la storia di un giocatore professionista di football, giunto al termine di una carriera da comprimario, e reduce da una stagione conclusa in un letto di ospedale in seguito ad una commozione cerebrale causata da un intervento killer di un avversario.

Nell’ultima fondamentale partita, si trattava della finale del super bowl, entrato nel finale, porta, con i suoi errori, alla sconfitta della propria squadra, alla furia dei tifosi ed al sarcasmo della stampa sportiva. Il suo manager, per toglierlo dall’ambiente ormai ostile verso di lui, gli procura un ingaggio quasi gratuito (in confronto a quelli americani) in una squadra amatoriale di Parma.

Dopo un difficile approccio con la nuova realtà (non sapeva neanche dove fosse Parma), inizia un percorso di avvicinamento al modo di vivere italiano che lo porterà, anche attraverso situazioni quasi comiche, alla decisione di rimanerci a vivere .

Il passaggio avviene attraverso la cucina, i tempi rilassati, la scoperta dell’esistenza dell’arte e della musica, la gioia di giocare senza pressione, l’amicizia ed infine l’amore.

Recensione di Gianni