La collina dei conigli

La collina dei conigli (titolo originale: “Watership Down”) è un romanzo epico scritto da Richard Adams. Il protagonista, Quintilio (Fiver in inglese), è un coniglio dotato di poteri profetici che prevede una terribile minaccia per la sua comunità. Quando cerca di avvisare il suo popolo, viene ignorato e deriso. Tuttavia, determinato a salvare i suoi compagni, Quintilio parte per un viaggio insieme a un gruppo di fedeli amici alla ricerca di una nuova casa sicura.

Nel loro viaggio affrontano numerosi pericoli e sfide, tra cui predatori e ambienti ostili, ma anche situazioni che mettono alla prova il loro coraggio e la loro solidarietà. La storia esplora temi universali come la lotta per la libertà, la perseveranza e l’importanza della comunità.

Attraverso questa narrazione, Richard Adams crea un’opera che richiama le grandi epopee classiche come “L’Iliade” e “L’Odissea”, ma lo fa attraverso gli occhi di conigli, conferendo alla storia un fascino unico e originale. La copertina dell’edizione originale è stata realizzata dall’artista Will Staehle.

Autore: Adams Richard

Editore: Rizzoli

Autore della recensione: Rosa Garofalo

 

Recensione

La collina dei conigli” (titolo originale “Watership Down”) è un romanzo di Richard Adams, pubblicato da Rizzoli nel 1972. All’apparenza potrebbe sembrare una semplice favola per bambini, invece si tratta di un’opera profonda e complessa, capace di catturare l’attenzione di lettori di tutte le età.

Trama del romanzo

La storia segue le avventure di un gruppo di conigli che, guidati dai coraggiosi Moscardo e Quintilio, abbandonano la loro conigliera minacciata per cercare un nuovo luogo sicuro dove stabilirsi. Lungo il percorso, i protagonisti affrontano numerose sfide e pericoli, ma trovano anche nuovi alleati e scoprono la forza della solidarietà e del coraggio. Il romanzo inizia con Quintilio, un coniglio capace di visioni profetiche, che percepisce un pericolo imminente per la propria conigliera. Nonostante lo scetticismo iniziale, suo fratello maggiore Moscardo decide di credere alle profezie del fratello minore, e sceglie di guidare un gruppo di conigli in una fuga verso l’ignoto. Il viaggio è pieno d’insidie e sfide. I conigli devono affrontare predatori naturali, attraversare territori sconosciuti e superare ostacoli fisici, come fiumi e strade trafficate. Durante il loro peregrinare, incontrano altri conigli, tra cui il forte e valoroso Parruccone, che si unisce al gruppo e diventa un prezioso alleato. Una delle tappe cruciali del viaggio è l’incontro con la conigliera di Efrafa, un regime totalitario governato dal tirannico generale Vulneraria. I protagonisti scoprono che, sebbene la conigliera offra sicurezza fisica, impone un controllo oppressivo sui suoi abitanti. Decidono, quindi, di non unirsi a Efrafa, ma di salvare alcuni conigli prigionieri e portarli con sé. La meta finale è la collina di Watership Down, un luogo idilliaco apparso a Quintilio in una delle sue visioni. Qui, i conigli riescono finalmente a stabilirsi, costruendo una nuova conigliera fondata sulla cooperazione e la libertà. Tuttavia, la loro pace è minacciata quando Vulneraria decide di attaccarli. Nella battaglia finale, i conigli di Watership Down, grazie al coraggio e all’ingegno, riescono a difendersi e a sconfiggere le forze di Efrafa. Il romanzo termina con la nuova conigliera di Watership Down prospera e sicura, grazie alla leadership di Moscardo e alla saggezza di Quintilio. I conigli hanno trovato non solo una nuova casa, ma anche una comunità basata su valori di solidarietà, libertà e rispetto reciproco.

Considerazioni

Richard Adams riesce a creare un mondo ricco e dettagliato, in cui i conigli parlano una lingua propria, l’Elil, e hanno una cultura e una mitologia che danno profondità e realismo alla narrazione. Le descrizioni della natura e del paesaggio sono così vivide e precise da far sentire il lettore immerso nel mondo dei conigli. Uno degli aspetti più affascinanti del romanzo è la caratterizzazione dei personaggi. Ogni coniglio ha una personalità ben definita, e, attraverso le loro interazioni e avventure, Adams esplora temi universali come la libertà, la paura e la speranza. Moscardo, in particolare, emerge come un leader saggio e altruista, mentre Quintilio, con la sua capacità di percepire il futuro, aggiunge un elemento di mistero e magia alla storia. “La collina dei conigli” non è solo una storia di avventura, ma anche una riflessione profonda sulla natura umana e sul rapporto tra l’uomo e l’ambiente. La narrazione invita il lettore a considerare il valore della vita in tutte le sue forme e a riflettere su come le scelte e le azioni di ciascuno influenzino il mondo che ci circonda. È una lettura imperdibile per chiunque ami le storie ricche di significato ed emozioni. Recensione di Rosa Garofalo