Vortici

Autore: Spes Ilaria

Editore: Edizioni R.E.I.

Autore della recensione: Marika Piscitelli

 

Recensione

… Verso l’azzurro del cielo

e l’infinità dei possibili mondi,

per riportare dentro di sé,

a rovistare nello scrigno intimo

dei tesori senza tempo.

Dove sono sguardi,

parole dette e taciute,

gesti iniziati e non finiti.

Dove sono custodite le emozioni

E si compiono le fantasie.

In un andare senza fine

tra onde e colori dell’anima…

 

È questo il viaggio a cui vi invita Ilaria Spes, un viaggio verso voi stessi, alla ricerca di un intimo contatto con pensieri dimenticati e sensazioni sepolte sotto strati e strati di doveri e maschere e cliché.

La natura, soprattutto, ispira i versi dell’autrice, spesso intrisi di nostalgia e talvolta bagnati di lacrime, ma anche sensuali e vigorosi (… All’impeto del mio mare arrossisci nascosta d’ali di nubi./ E scendi lieve e sfiori colma di carezze i pensieri./ Fino a sciogliere il desiderio notturno nell’amplesso di mare) o incredibilmente dolci e speranzosi (ADDORMENTARSI/ Abbracciando tra le palpebre i sogni del giorno).

L’elegante prosa che apre la silloge vi introdurrà con delicatezza nel mondo di Ilaria Spes, nel giardino dei pensieri, un luogo raccolto dove fioriscono sensazioni. Poi saranno le poesie ad avvolgervi come vortici, fornendovi innumerevoli spunti (come in Desolata) e creando stimolanti suggestioni (come in Migrazioni).

Consigliato a chi ha voglia di lasciarsi andare, di commuoversi senza immalinconirsi, di ricordare con affetto e tenerezza tenendo lo sguardo rivolto al futuro.

Recensione di Marika Piscitelli