Lorenzo Mazzoni torna in libreria con UN TANGO PER VICTOR

Lorenzo Mazzoni torna in libreria con  UN TANGO PER VICTOR: un libro ironico, commovente e spensierato, una storia d’amore e di scoperta tra Bologna, Amsterdam e Santiago del Cile.

Lorenzo Mazzoni, creatore dell’Ispettore Malatesta (Koi Press) e autore di Quando le chitarre facevano l’amore (Spartaco)torna in libreria con Un tango per Victor (Edicola, maggio 2016).

Denil, giovane italo-cileno, conduce una vita tranquilla e solitaria, immerso nella multi-etnicità diAmsterdam e dei suoi canali. Divide le giornate tra la musica, il lavoro al coffee shop Sunflower Bay, le lunghe camminate per la città e inutili lezioni di olandese. Grazie a uno zio scappato dalla dittatura, conosce il Cile, il fascino delle sue tradizioni e la potenza delle canzoni di Victor Jara, icona popolare e simbolo della protesta cilena. Disco dopo disco, per Denil tutto scorre sempre uguale. Fino al giorno in cui incontra Julia. 

Scrive Nicola Vacca su Satisfiction:
“La presenza di una galleria di personaggi stravaganti garantisce alla storia la giusta dose di ironia, ma la penna di Mazzoni sa soprattutto essere vivace quando si tuffa nei cuori impazziti d’amore di Julia e Denil che consumano il loro tango in una città – mondo come Amsterdam dove «tutto è folle e distorto. Felice e dissociato». Un tango per Victor è un invito esplicito che lo scrittore rivolge ai suoi lettori. Non rinunciate mai a danzare in nome della lotta, dell’amore, questo sembra raccontarci Mazzoni mentre la musica con tutta la sua straordinaria volontà di potenza si diffonde per i canali e le vie di Amsterdam dove Denil e Julia ballano il loro tango per ritrovare se stessi o per perdersi definitivamente.”

La redazione

_____________________________________________

UN TANGO PER VICTOR
Lorenzo Mazzoni

ISBN: 9788899538026
Data di pubblicazione: maggio 2016
Genere: romanzo
Numero di pagine: 112   |   Prezzo: 11,00 €   |  Formato: 13×18 cm
Collana: Lo Stivale
Illustrazione di copertina: Francisca Yáñez 

Il libro

Denil, giovane italo-cileno, conduce una vita tranquilla e solitaria, immerso nella multi-etnicità di Amsterdam e dei suoi canali. Divide le giornate tra la musica, il lavoro al coffee shop Sunflower Bay, le lunghe camminate per la città e inutili lezioni di olandese. Grazie a uno zio scappato dalla dittatura, conosce il Cile, il fascino delle sue tradizioni e la potenza delle canzoni di Victor Jara, icona popolare e simbolo della protesta cilena. Disco dopo disco, per Denil tutto scorre sempre uguale. Fino al giorno in cui incontra Julia. Un tango per Victor è un libro ironico, commovente e spensierato, una storia d’amore e di scoperta nata dalla vivace penna di Lorenzo Mazzoni, giornalista, scrittore e instancabile viaggiatore.

La recensione

La presenza di una galleria di personaggi stravaganti garantisce alla storia la giusta dose di ironia, ma la penna di Mazzoni sa soprattutto essere vivace quando si tuffa nei cuori impazziti d’amore di Julia e Denil che consumano il loro tango in una città – mondo come Amsterdam dove «tutto è folle e distorto. Felice e dissociato». Un tango per Victor è un invito esplicito che lo scrittore rivolge ai suoi lettori. Non rinunciate mai a danzare in nome della lotta, dell’amore, questo sembra raccontarci Mazzoni mentre la musica con tutta la sua straordinaria volontà di potenza si diffonde per i canali e le vie di Amsterdam dove Denil e Julia ballano il loro tango per ritrovare se stessi o per perdersi definitivamente. (Nicola Vacca su Satisfiction)

L’autore

Scrittore, saggista e reporter ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui Il requiem di Valle Secca (Tracce, 2006; finalista al Premio Rhegium Julii), Le bestie/Kinshasa serenade (Momentum Edizioni, 2011), Apologia di uomini inutili (Edizioni La Gru, 2013). È il creatore dell’ispettore Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Koi Press) Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico. La trilogia (2011), La Tremarella (2012), Termodistruzione di un koala (2013), Italiani brutta gente (2014), Il giorno in cui la Spal vinceva a Renate (2015). Il suo ultimo romanzo, Quando le chitarre facevano l’amore (2015; Premio Liberi di Scrivere Award), è stato pubblicato da Edizioni Spartaco. Diversi suoi reportage e racconti sono apparsi su il manifestoIl ReportageEast JournalScoprire IstanbulReporter e Torno Giovedì. Collabora con il fatto quotidiano. Ha vissuto a Londra, Istanbul, Parigi, Sana’a, Hurghada e ha soggiornato per lunghi periodi in Marocco, Vietnam e Laos. È docente di scrittura narrativa di Corsi Corsari. Nel 2015, insieme al fotografo Tommy Graziani, ha fondato IbnBattuta.viaggi, un contenitore culturale di esperienze umane che promuove workshop di scrittura, reportage e fotografia in giro per il mondo.

La colonna sonora

All Tomorrow’s Parties, The Velvet Underground & Nico | You’re Gonna Miss Me, The 13th Floor Elevators | You’ve Got to Hide Your Love Away, The Beatles | China Girl, Iggy Pop | Brown Eyed Girl, Van Morrison |Traction in The Rain, David Crosby |Dirt, The Stooges | Te recuerdo Amanda, Victor Jara