Manoscritto di Voynich: decifrato il misterioso codice

Il Manoscritto di Voynich, un codice illustrato risalente al XV secolo e ritenuto uno dei libri più misteriosi al mondo, è stato finalmente decifrato. Conservato all’Università di Yale, il manoscritto è stato oggetto di studio per seicento anni senza che nessuno riuscisse a svelarne i segreti. Tuttavia, recenti studi condotti da Eleonora Matarrese, filologa, etnobotanica e accademica, hanno permesso di comprendere il contenuto di questo enigmatico documento.

La scoperta di Eleonora Matarrese

Eleonora Matarrese, dopo anni di ricerche e analisi, ha finalmente decifrato il manoscritto. La chiave per comprendere il testo è stata trovata grazie all’analisi dell’erbario “Gart der Gesundheit”, datato 1486 e conservato presso il Museo Carnico delle Arti Popolari Michele Gortani di Tolmezzo. Questo antico erbario, restaurato dal Centro Studi e Restauro di Gorizia, ha fornito informazioni cruciali per interpretare il linguaggio e i simboli del Manoscritto di Voynich.

Il contenuto del manoscritto

Il Manoscritto di Voynich, così chiamato dal nome del mercante di libri rari polacco-lituano Wilfrid Voynich che lo acquistò nel 1912, è composto da quattro trattati distinti: un erbario, un lunario, un trattato di scienza idraulica e un trattato agronomico. Ogni sezione del manoscritto contiene informazioni dettagliate su piante, fenomeni celesti, tecniche di gestione dell’acqua e pratiche agricole.

Collegamenti con il territorio della Carnia

Un aspetto particolarmente interessante della scoperta di Matarrese è il collegamento del manoscritto con il territorio della Carnia. Grazie alla sua ricerca, è stato possibile risalire alla lingua in cui è stato scritto il manoscritto, un dialetto medio-alto tedesco, e collegare l’opera con la regione della Carnia. Questo collegamento geografico e linguistico ha aperto nuove prospettive per comprendere il contesto storico e culturale in cui è stato realizzato il manoscritto.

Presentazione della scoperta

Il 15 giugno, Eleonora Matarrese presenterà i risultati delle sue ricerche durante il Festival Tolmezzo Vie dei Libri, un evento promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la Fondazione Pordenonelegge. Durante la presentazione, i visitatori avranno la possibilità di esplorare digitalmente l’erbario “Gart der Gesundheit”, grazie a una copia digitale donata al Museo dall’Archivio di Stato di Trieste.

Implicazioni della scoperta

La decifrazione del Manoscritto di Voynich rappresenta una svolta significativa nel campo della storia e della filologia. Non solo risolve un enigma che ha affascinato studiosi per secoli, ma apre anche nuove strade per la ricerca su altri manoscritti e documenti storici. La metodologia utilizzata da Matarrese potrebbe essere applicata ad altri testi enigmatici, offrendo la possibilità di svelare ulteriori segreti del passato.