Montagne in parole: finalisti 50° premio Libro in montagna

Premio ITAS del libro in montagna
I finalisti del 50° Premio ITAS Libro di Montagna sono stati annunciati, con Augias e Pivetti a guidare la serata di premiazione a Trento.

La 50a edizione del prestigioso Premio ITAS del Libro di Montagna ha annunciato i finalisti e vincitori di categoria per l’anno 2024. Cinque libri eccellenti si contendono il titolo assoluto, che verrà decretato durante una serata speciale il 28 aprile presso il Teatro Sociale di Trento, con ospiti d’eccezione come Corrado Augias e Veronica Pivetti.

Tra i finalisti spiccano opere che esplorano la montagna e il suo significato in modi diversi e affascinanti. “Adam the climber” di Pietro Dal Pra e Adam Ondra rivela la storia straordinaria di uno degli arrampicatori più celebri di tutti i tempi, mentre “Và Sentiero” di Yuri Basilicò e Sara Furlanetto propone una narrazione corale di un viaggio attraverso l’Italia lungo il Sentiero Italia. “Alla scoperta dell’invisibile” di Volker Mehnert e Claudia Lieb offre un’affascinante esplorazione della vita e delle avventure di Alexander von Humboldt, pioniere dell’ambientalismo.

Inoltre, “La montagna di Carlo Mollino” di Antonio De Rossi e Roberto Dini offre uno sguardo unico sulle opere montane dell’architetto Carlo Mollino, mentre “Anni d’oro” di Arno Camenisch racconta con ironia e nostalgia la storia di un chiosco di montagna gestito da Margrit e Rosa-Maria.

Il Premio ITAS del Libro di Montagna non solo celebra l’eccellenza letteraria legata alla montagna, ma offre anche al pubblico l’opportunità di incontrare gli autori e scoprire i loro lavori durante il Trento Film Festival. Questi eventi sono momenti preziosi di dialogo e condivisione, arricchendo ulteriormente l’esperienza culturale offerta da questo premio rinomato.

Avete letto questi libri? Fateci sapere cosa ne pensate!