Nostalgia

Nostalgia è il film selezionato per l’Italia nella categoria del film internazionale per gli Oscar. “Sono felice e onorato, per me, per noi che l’abbiamo realizzato e per tutto il piccolo universo così umano in cui è nato Nostalgia. A Cannes avevamo capito – ha aggiunto – che dalla Sanità il film sapeva parlare al mondo, ringrazio la commissione che ci dà la chance di continuare questo dialogo”, è il commento del regista.

A votare Nostalgia di Mario Martone è stata la  Commissione di Selezione per il film italiano riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Laura Delli Colli, Arianna Finos, Concetta Gulino, Ferzan Ozpetek, Andrea Romeo, Matteo Rovere, Iginio Straffi, Alessandra Querzola.
Tratto dall’omonimo romanzo di Ermanno Rea, prodotto da Picomedia, Mad Entertainment in associazione con Medusa film che lo ha distribuito in sala, Nostalgia è una coproduzione italo-francese, è stato in concorso al festival di Cannes 2022 e poi in sala nel maggio scorso. Sceneggiato dallo stesso Martone con Ippolita di Majo, ambientato nel rione Sanità a Napoli, Nostalgia racconta il ritorno a Napoli di Felice Lasco (interpretato da Pierfrancesco Favino) dopo aver vissuto molti anni in Egitto per rivedere l’anziana madre che aveva lasciato all’improvviso quando era ancora un ragazzo. Nella sua città si perde tra le pietre delle case e delle chiese della Sanità, nelle parole di una lingua che all’inizio sente persino estranea. Irrompono in lui i ricordi di una vita lontana trascorsa con Oreste (Tommaso Ragno), il migliore amico d’infanzia con il quale condivide un segreto. Il protagonista decide di non sottrarsi alla forza della nostalgia alla quale fino alle estreme conseguenze…

Il libro

Nostalgia di Ermanno Rea – Felice Lasco torna a Napoli, nel Rione Sanità, dopo quarantacinque anni trascorsi fra Medio Oriente e Africa. La madre sta morendo e lui la accudisce fino all’ultimo con tardiva ma amorosa pazienza. Poi, invece di tornare al Cairo dove lo aspetta l’amata compagna, Felice sembra obbedire al richiamo delle radici e di un destino, e resta. Resta perché in attesa dell’incontro fatale con Oreste, noto ormai come delinquente incallito. Felice racconta a un medico dell’ospedale San Gennaro dei Poveri e a don Luigi Rega, prete combattivo e maieuta, la sua storia. Un’opera nella quale Ermanno Rea intreccia la lucidità del reale e la sensibilità drammatica della tragedia sociale. Un omaggio alla Napoli malavitosa e ribelle del Rione Sanità, ai suoi eroi, alle sue vittime.

Autore: Ermanno Rea

Editore: Feltrinelli

Collana: Universale economica

Anno edizione: 2018

Formato: Tascabile

In commercio dal 19 aprile 2018

Pagine: 288 p., Brossura

EAN: 9788807890741

———————————————————————

Leggi l’articolo Nastri d’Argento 2022, tutti i vincitori su www.i-filmsonline.com

e-stata-la-mano-di-Dio

Sono ufficiali i premi dei Nastri D’Argento 2022, con sei riconoscimenti per E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino. Dopo la  serata di premiazioni del 20 giugno al Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, mercoledì 22 andrà in onda uno speciale della serata su Raimovie.

Film dell’anno: Marx può aspettare di Marco Bellocchio
Miglior film 2022: È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino
Miglior regia: Mario Martone (Nostalgia)

Miglior attore protagonista (ex aequo): Pierfrancesco Favino (Nostalgia) e Silvio Orlando (Ariaferma, Il bambino nascosto)…

Continua a leggere l’articolo su www.i-filmsonline.com