Premio Latisana per il Nord-Est a Emanuela Canepa

Premio Latisana per il Nord-Est
Emanuela Canepa vince il Premio Latisana per il Nord-Est sezione Narrativa con "Resta con me, sorella", un romanzo di emancipazione femminile.

Nella splendida cornice del Teatro Odeon di Latisana, si è svolta la cerimonia di premiazione del 31° Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est”, un evento che celebra la narrativa e la cultura di una delle regioni più affascinanti d’Italia. La serata di sabato ha visto la scrittrice padovana Emanuela Canepa trionfare con il suo romanzo “Resta con me, sorella“, pubblicato da Einaudi, aggiudicandosi il prestigioso Premio Narrativa 2024.

Resta con me, sorella
Resta con me, sorella – Emanuela Canepa – Einaudi

Il romanzo di Canepa narra la storia di due donne, le cui vite si intrecciano nel carcere veneziano della Giudecca, e il loro sogno di liberarsi dalle catene della storia e dalla prevaricazione maschile. Un racconto di emancipazione e di speranza che ha toccato il cuore della giuria e del pubblico.

La giuria tecnica, presieduta da Cristina Benussi, ha selezionato l’opera di Canepa tra tre finaliste, lodando la capacità dell’autrice di tessere un racconto che parla di memoria, sia personale che collettiva, e di esistenze segnate dal dolore ma anche dalla possibilità di riscatto. “Attraverso la vicenda delle due protagoniste, Canepa ricostruisce il tessuto storico e sociale del Nordest, modificato profondamente dalla Prima guerra mondiale“, ha spiegato Benussi.

La scrittrice, laureata in storia medievale a Roma e in psicologia a Padova, ha espresso la sua emozione e gratitudine per il riconoscimento: “Salire su questo palco è emozionante, è un senso di accettazione e appartenenza al Nordest, che chiamo casa da 25 anni“.

Il saldatore del Vajont
Il saldatore del Vajont – Antonio G. Bortoluzzi – Marsilio

Gli altri premi

Oltre a Canepa, sono stati premiati Antonio G. Bortoluzzi con “Il saldatore del Vajont” (Marsilio), vincitore del Premio Coop Alleanza 3.0, e Giovanni Grasso con “Il segreto del tenente Giardina” (Rizzoli), che ha ottenuto il Premio Banca360FVG, assegnato dalla Giuria dei ragazzi.

Il segreto del tenente Giardina
Il segreto del tenente Giardina – Giovanni Grasso – Rizzoli

La serata

La serata è stata condotta da Mauro Mazza, giornalista e scrittore con una carriera di rilievo come direttore del Tg2, Rai1 e Rai Sport. Mazza ha intervistato Bortoluzzi e le tre finaliste, creando un’atmosfera di attesa e di celebrazione della letteratura.

L’assessore alla cultura di Latisana, Martina Cicuto, e il sindaco Lanfranco Sette hanno sottolineato l’importanza del premio per la valorizzazione della cultura del Nordest e delle specificità delle aree di confine, un patrimonio da tutelare e promuovere.

Quest’anno, i giovani studenti dell’Istituto “Enrico Mattei” di Latisana hanno avuto un ruolo centrale come giurati e intervistatori sul palco, dimostrando l’importanza dell’inclusione delle nuove generazioni nella vita culturale del territorio.