Mostrando tutti i risultati

  • Doppio sogno

    Un’ombra di avventura e di pericolo piomba sulla vita felice ed ovattata di un giovane medico e di sua moglie. Da questo romanzo è stato tratto il film “Eyes wide shut, di Stanley Kubrick.

  • Doppio sogno

    Un’ombra di avventura e di pericolo piomba sulla vita felice ed ovattata di un giovane medico e di sua moglie. Da questo romanzo è stato tratto il film “Eyes wide shut, di Stanley Kubrick.

  • Il racconto della serva Zerlina

    Nell’interno aristocratico e decaduto che rinserra tre donne, si sdipana il monologo della serva Zerlina: storia di una passione demoniaca e di una feroce sete di rivalsa, confessate in un parossismo d’odio al giovane affittuario A. Con foga implacabile, Zerlina racconta una vendetta di raffinata perfidia nei confronti del Signor von Juna, fatuo avventuriero che già nel nome ricorda il Don Giovanni – così come la stessa Zerlina e la padrona Elvira. Ma il suo furore finirà per travolgere tutto e tutti, anche l’impostura della rispettabilità coniugale in un’Austria alla mercé della rovina, dove i presunti non-colpevoli “affondano” per dirla con Broch “nella colpa etica, in una colpevole non-colpevolezza”.

  • L’uomo senza qualità

    Descrizione

    Questo capolavoro incompiuto del Novecento, da mezzo secolo al centro di un tormentato lavoro di sistemazione critica e filologica, ora in una edizione che organizza i materiali inediti in una prospettiva capace di illuminare l’architettura segreta del lavoro di Musil.

  • Sogni 1875-1931

    Ragni neri minacciano di rubare la penna dello scrittore; donne nude appaiono, simili alla Sfinge, a lato di un’allegra tavolata mondana; Strauss e Wagner suonano a quattro mani; i defunti tornano ad abbracciare il sognatore; sconosciuti gli cospargono il frac di benzina… Oltre duecento pagine di sogni annotati, dal 1875 al 1931, da Arthur Schnitzler, con una scrittura libera e ondivaga, descrittiva e autoriflessiva, legata all’immediato biografico e quotidiano. Nei frammenti di una realtà diurna rielaborata dal sogno vediamo comparire, in vesti curiose, tante personalità del mondo culturale e artistico viennese (da Mahler a Hofmansthal, da Gropius a Freud), conosciamo le mode dell’epoca, i drammi di successo sulla scena, le malattie più comuni nel bel mondo. Questo diario, privatissimo e bizzarro, è redatto da un grande scrittore interessato alla psicoanalisi, attento ai moti della propria anima e alla forza surreale della narrazione onirica.