Teresa Buongiorno

La giornalista e scrittrice Teresa Buongiorno Veroi si è spenta domenica 22 maggio 2022 nella sua casa a Latina all’età di 91 anni. Dal 1977 ha pubblicato oltre quaranta tra romanzi storici e favole. «Se leggi crescerai più forte», era il suo motto.

Ha dedicato tutta la sua vita ai giovani ed è stata una protagonista della letteratura italiana per ragazzi, autrice del Dizionario della Letteratura per ragazzi e del Dizionario della Fiaba. Negli anni ha girato l’Italia per incontrare studentesse e studenti con i loro insegnanti nelle scuole di oltre 60 città: «Il bambino crea la sua identità attraverso la Storia. Chi non viene abituato a tessere percorsi immaginativi e fantastici cresce sicuramente più debole. Molto meno capace di affrontare la realtà».

Nata a Roma, laureata in Storia Medioevale, Teresa Buongiorno lavorò prima come assistente sociale, poi come giornalista. Al Radiocorriere Tv aveva creato la rubrica «Dalla parte dei piccoli». Alla Rai è stata autrice dei primi programmi per ragazzi, tra i quali il Paese di Giocagiò, programma iniziato nel 1969, presentato da Sabrina Giuffrè e Marco Danè, al quale collaborò anche Gianni Rodari. La sigla del programma fu affidata a Lele Luzzatti.

Tra le riviste di settore, Teresa Buongiorno ha collaborato a La Fiera Letteraria, Tuttolibri, Andersen, LiBeR, Tuttoscuola e Popotus.
Dal 1977 pubblicò oltre quaranta tra opere e romanzi con Salani, Mondadori, Piemme – Il Battello a Vapore, Einaudi Ragazzi, Laterza Ragazzi, Disney Libri, Fatatrac, Vallardi, Sei, Corbaccio e Rusconi. Tra i romanzi storici, Giovanna d’Arco – La ragazza dal vestito rosso, il Vento soffia nella foresta, che racconta di Carlo Magno, La stella di tramontana, sull’ultima Missione di Marco Polo, Olympos – Diario di una dea adolescente, Ragazzo etrusco, Il mio cuore è una piuma di struzzo. Infine, un’autobiografia della giovinezza durante la seconda guerra mondiale, Io e Sara, Roma 1944.

Fonte: Corriere online

Ed ecco le sinossi di alcune tra le opere di Teresa Buongiorno.

Giovanna d’Arco, la ragazza dal vestito rosso – Giovanna d’Arco, la donna che salvò la Francia, l’archetipo dell’eroina. Un personaggio leggendario, immortalato in un’immagine dorata. Ma sotto la polvere del tempo e lo scintillio dell’armatura si nasconde una ragazza vivace e generosa, ardita e visionaria, impegnata a liberare la propria terra dalle guerre fratricide. In questo avvincente romanzo la Pulzella vive di nuovo, e non è una metafora. Corre voce che sia scampata al rogo e abbia cercato di riprendere il proprio posto accanto al sovrano che l’aveva dimenticata. Molti sostengono che si tratti soltanto di fantasie. E se non fosse così? Se lei fosse davvero ricomparsa, costretta a confrontarsi con il proprio mito? Teresa Buongiorno non ha resistito alla tentazione di figurarsi la storia di una donna che, senza tradire la propria coscienza o la propria fede, deve misurarsi con qualcosa di più faticoso di una parata eroica, la quotidianità, morendo prima che le sia resa giustizia.

Il ragazzo che fu Carlomagno – Di Carlomagno ricordiamo tutti l’incoronazione in San Pietro, l’imboscata di Roncisvalle, la fondazione del Sacro Romano Impero. Ma cosa sappiamo della sua infanzia? Le biografie ufficiali sostengono che i suoi primi anni furono del tutto normali, ma ai suoi tempi circolava la voce di una nascita clandestina, avvenuta prima che i suoi genitori si sposassero. Pare che molti episodi della sua fanciullezza siano stati cancellati per salvaguardare la grandezza del suo nome. In questo romanzo Teresa Buongiorno ricostruisce i primi anni del grande imperatore, rinnovando il fascino della leggenda. La grande Storia raccontata da una grande scrittrice per ragazzi. Premio Andersen 1985.

Olympos. Diario di una dea adolescente – «Un divertente, ma anche emozionante romanzo d’appendice, fitto di misteri, colpi di scena, rivelazioni. Beatrice Solinas Donghi» Nell’Olimpo leggendario, Ebe, figlia di Zeus e divina coppiera, è convinta che l’eterna giovinezza sia un supplizio e guarda con invidia i suoi fratelli che diventano grandi, mentre lei sembra condannata a rimanere adolescente per sempre. Finché un giorno arriva anche per lei l’amore: è bello, forte, e non ha paura di niente. Ecco una nuova Mitologia in 90 capitoli che sembrano 90 eccitanti puntate di una MITONOVELA. Mai serie televisiva ha contato più interpreti, più amori, più figli segreti, più vendette.