Tesori della British Library: un viaggio nella storia del libro

Un suggerimento per voi amanti del libro. Nel programmare la vostra prossima visita a Londra, non dimenticate di destinare almeno un paio d’ore alla visita della mostra permanente presso la British Library.

In un ambiente poco illuminato, ma decisamente ben organizzato, sono esposti alcuni esemplari che ben rappresentano la storia del libro. Non impressionatevi se passeggiando tra i vari espositori vi imbattete in una copia della Bibbia di Gutenberg, piuttosto che nel Psalterium di Fust e Schoeffer, o magari nella Magna Cartha. E’ incredibile la sensazione che si prova trovandosi davanti a libri dei quali avete sempre sentito parlare, ma che mai avete avuto occasione di avere davanti ai vostri occhi.

Se quanto sopra non bastasse, c’è di che emozionarsi anche per chi non è amante del libro antico. Tra i tanti pezzi,  in esposizione si possono trovare le prime edizioni manoscritte di “Alice nel paede delle meraviglie” e di “Jane Eyre”, oltre agli spartiti originali di compositori come Mozart, Chopin e Beethoven e testi scritti dai Beatles. Ottima la raccolta di testi religiosi, nonchè immancabile una sezione dedicata a Shakespear, con molte edizioni dei suoi capolavori.

di Diego Manzetti