Una montagna di libri

Una montagna di libri 2022/2023

Dal 10 dicembre 2022 al 9 aprile 2023 il programma di incontri con l’autore. C’è il meglio della letteratura e della cultura internazionali.

La manifestazione annovera il meglio della letteratura, della cultura e del giornalismo italiani e internazionali. Una Montagna di Libri  è la festa internazionale della letteratura di Cortina d’Ampezzo, giunta quest’inverno, dal 10 dicembre 2022 al 9 aprile 2023, alla sua ventisettesima edizione e intitolata «Luce nel buio dell’inverno!». Il programma è stato presentato a Venezia, a Palazzo Labia, dal responsabile del festival, Francesco Chiamulera («Mentre sulle Alpi già si scia, noi stiamo per partire con oltre 30 incontri di persona, con scrittori italiani e dal mondo, per scoprire a Cortina le idee migliori, per accendere luci nel buio dell’inverno e di tempi così difficili per l’Ucraina e per l’Europa»).

Il titolo della manifestazione allude alla luce dei diritti, delle dissidenti iraniane, dei resistenti ucraini.

Tra i nomi in cartellone: Giuliano da Empoli, Scott Turow, Adriano Panatta, Alessandro Piperno, David Smart, Pascal Bruckner, Vittorio Emanuele Parsi, Olesya Yaremchuk, Bruno Vespa, Gennaro Sangiuliano, Gian Arturo Ferrari.

Tra i tanti appuntamenti in calendario vi è Scott Turow, maestro americano del legal thriller, che a Cortina parlerà del suo ultimo romanzo, Suspect (Mondadori); Giuliano da Empoli presenterà Il mago del Cremlino (Mondadori), finalista al Premio Goncourt, con questo libro su Putin; il filosofo francese Pascal Bruckner presenterà in anteprima italiana La montagna come amica (Guanda); Alessandro Piperno celebrerà il suo rapporto con Marcel Proust; Adriano Panatta sarà protagonista il 29 dicembre di un pomeriggio in omaggio della città di Cortina…

Vi sarà grande spazio per l’attualità. L’aggressione russa all’Ucraina sarà oggetto di alcuni incontri: dal Mosaico Ucraina di Olesya Yaremchuk e Yaryna Grusha Possamai alle «brigate russe» e la guerra di troll del Cremlino di Marta Ottaviani; dalla lectio di Vittorio Emanuele Parsi, docente all’Università Cattolica, su Il posto della guerra e il costo della libertà (Bompiani).

Nell’incontro con Bita Malakuti, scrittrice e dissidente iraniana, si parlerà delle proteste per Mahsa Amini gridando «Donne Vita Libertà».

Tra i giornalisti Claudio Cerasa, Bruno Vespa, Aldo Cazzullo, Maurizio Molinari.

Il canadese David Smart presenterà in anteprima italiana la nuova biografia su Emilio Comici, L’angelo delle Dolomiti (Solferino).

A Gennaro Sangiuliano, Ministro della Cultura, sarà affidata una lezione sul piacere della lettura.

In media partnership con Corriere Tv,  molti appuntamenti saranno trasmessi in diretta sul sito Corriere.it…