Viaggiando nell’anima di Tiziano Terzani. Nuova edizione illustrata di “Un indovino mi disse” a vent’anni dalla sua scomparsa

Vent'anni dopo la scomparsa dell'indimenticabile scrittore e giornalista Tiziano Terzani, Longanesi annuncia il lancio di una nuova edizione illustrata del suo celebre lavoro "Un indovino mi disse".

Vent’anni dopo la scomparsa dell’indimenticabile scrittore e giornalista Tiziano Terzani, Longanesi annuncia il lancio di una nuova edizione illustrata del suo celebre lavoro “Un indovino mi disse“. Questa edizione speciale sarà impreziosita dalle numerose fotografie scattate dallo stesso Terzani durante il suo avventuroso anno di viaggio, offrendo ai lettori un’esperienza ancora più coinvolgente e intima.

Nel vasto panorama delle opere di Terzani pubblicate da Longanesi, “Un indovino mi disse” occupa un posto speciale, rappresentando l’incontro tra le due anime dell’autore: quella del grande giornalista e quella dell’uomo curioso del prossimo. È in questo libro che Terzani si avvicina per la prima volta ai grandi temi che lo avrebbero affascinato per il resto della sua vita: la corsa al consumismo, la perdita delle diversità nel mondo e il misterioso rapporto dell’uomo con il proprio destino.

Uno degli eventi chiave che ha plasmato il viaggio di Terzani e il suo pensiero è l’incontro con un monaco buddista durante il suo peregrinare. Questo incontro lo ha indirizzato verso una ricerca spirituale che sarebbe diventata centrale nei suoi anni successivi: la spiritualità che sembrava scomparire dalle nostre vite moderne.

Il cuore del libro è una profezia fatta a Terzani da un vecchio indovino a Hong Kong nella primavera del 1976. L’indovino lo avverte del rischio di morte nel 1993 e gli proibisce di volare in quell’anno. Nonostante la profezia sembri assurda, Terzani la prende sul serio, rinunciando a viaggiare in aereo. Questa decisione lo spinge a intraprendere un’avventura epica attraverso l’Asia, viaggiando principalmente in treno, nave, macchina e a piedi. Questo approccio non convenzionale gli permette di osservare i paesi e le persone da una prospettiva unica, offrendo ai lettori una visione del mondo spesso trascurata.

Un indovino mi disse” non è solo un libro di viaggi, ma una riflessione profonda sull’esistenza umana e sulle sfide del nostro tempo. Attraverso le pagine di questo libro, Terzani ci guida alla scoperta di un continente in bilico tra passato e futuro, rivelando le bellezze e le contraddizioni di una regione che continua a influenzare il mondo intero.

Con questa nuova edizione illustrata, Longanesi celebra il ricordo di uno dei più grandi scrittori e pensatori del nostro tempo, offrendo ai lettori un’opportunità unica di immergersi ancora una volta nell’universo affascinante di Tiziano Terzani e nelle sue straordinarie avventure attraverso l’Asia.

Per chi fosse interessato è in programma uno spettacolo musicale, prodotto da Intesa Sanpaolo e The Italian Literary Agency. La voce di Terzani sarà di Peppe Servillo, mentre l’accompagnamento musicale sarà di Natalio Luis Mangalavite. I primi due incontri saranno il 26 marzo a Torino, presso l’Auditorium Intesa Sanpaolo e il 27 marzo a Milano, presso il teatro Franco Parenti.